Martedi 23 Settembre 2014
CORSI
|
LINK
|
MEDIA GALLERY
|
COMMUNITY
|
REGISTRATI
|
LOGIN
LOGIN
ACCEDI
Il Giornale della Protezione Civile
Feed RSS
Facebook
Twitter
YouTube
Procivibook
YouReporter
Google Plus

CRACO (MT): NESSUNA FRANA, HA CEDUTO IL PONTE
Nessuna frana alla base del crollo del ponte sulla strada provinciale collega Craco-Peschiera a Pozzitello di Pisticci. Si è trattato di un cedimento strutturale. "In zona - spiega il Sindaco - non ha nemmeno piovuto"
Lunedi 25 Febbraio 2013 - DAL TERRITORIO
Frana, quale frana? Non c'è stata nessuna frana, si è trattato di un cedimento strutturale del ponte. In quella zona, fra l'altro, non ha nemmeno piovuto". Così  Giuseppe Lacicerchia, Sindaco di Craco (MT), raggiunto al telefono dalla nostra redazione, spiega cosa è accaduto nella tarda serata di sabato 23 febbraio quando si è diffusa la notizia che, a causa delle forti piogge, era parzialmente crollato il ponte sulla strada provinciale (ex SS 176) che collega Craco-Peschiera a Pozzitello di Pisticci.
"Solo per mera fortuna non ci sono stati morti - spiega il Sindaco - quella strada collega le tre fondovalli, la Val D'Agri, la valle del Sinni e del Sarmento con la Puglia, Matera e Potenza. Ogni giorno passano su quel ponte centinaia di auto, tir, cisterne che trasportano rifiuti pertroliferi, autobus.  Praticamente dal Pollino si passa da lì per andare a Matera, a Bari, e a Taranto. Il traffico è pesantissimo e continuo. Il fatto che nel momento del crollo non stessero passando veicoli ha quasi del miracoloso"
Il Sindaco è arrabbiato : "Si finge di non capire - afferma - che si tratta di un'arteria fondamentale, importantissima per la viabilità della Regione.  E il ponte ha ceduto perchè è stato costruito a inizio secolo, quando certo non si prevedeva un traffico di questo tipo". "Non sono un ingegnere - prosegue - ma quel ponte così non può reggere ancora. Occorre progettare e costruire un nuovo ponte, studiato per  sopportare un traffico molto pesante. Dopo il cedimento di sabato sera, ce ne è stato un altro". "Un ripristino del vecchio ponte è impensabile" conclude.

E adesso, chiediamo al Sindaco - com'è la situazione? "Pessima - non ci nasconde il primo cittadino - non si passa, è tutto bloccato e non ci sono valide alternative. Le deviazioni predisposte sono molto impegnative, pensi che io stesso per andare a casa, devo allungare il percorso di ben 30 km. A fianco del ponte danneggiato c'è un ponte ferroviario, si potrebbe pensare ad utilizzare quello, ma solo per il traffico pedonale".

Infine il Sindaco Lacicerchia denuncia una totale assenza di coordinamento per quanto riguarda il da farsi nell'immediato - C'è una riunione in Provincia con il sindaco di Pisticci -  ci dice. E conclude: "Lo so, queste responsabilità sono in carico a noi amministratori e ce ne dobbiamo fare carico però io sono 15 anni che denuncio la pericolosità e l'inadeguatezza di questa strada ma non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire".



Patrizia Calzolari


TAGS
frana | craco | matera | ponte | crollo | Lacicerchia | cedimento strutturale | protezione civile | val d'agri | pollino | basilicata | valle del Sinni | Sarmento |
(fonte foto: matera.basilicata24.it)
COMMENTI [0] [+] AGGIUNGI UN COMMENTO
PUBBLICITA  
METEO  
clear
COPYRIGHT 2009 © CERVELLI IN AZIONE SRL IT P.IVA 02848751208. IL GIORNALEDELLAPROTEZIONECIVILE.IT Č REGISTRATO PRESSO IL TRIBUNALE DI BOLOGNA
PRIVACY POLICY | CHI SIAMO | CONTATTI | PUBBLICITA' POWERED BY ANTHERICA SRL