Giovedi 24 Aprile 2014
CORSI
|
LINK
|
MEDIA GALLERY
|
COMMUNITY
|
REGISTRATI
|
LOGIN
LOGIN
ACCEDI
Il Giornale della Protezione Civile
Feed RSS
Facebook
Twitter
YouTube
Procivibook
YouReporter
Google Plus

EMILIA-ROMAGNA, DIFESA DEL SUOLO: PROGETTO LEGGE PER CAVE E MINIERE
Gazzolo, assessore regionale: "Semplificazione e attenzione all'ambiente, alla legalità e alle imprese del settore"
Giovedi 13 Dicembre 2012 - ISTITUZIONI
Semplificazione, attenzione alla tutela dell'ambiente e rispetto della legalità. Sono le finalità del progetto di legge regionale in materia di attività estrattive e minerarie, approvato dalla Giunta dell'Emilia-Romagna. "Vogliamo definire una nuova disciplina dell'attività estrattiva - spiega l'assessore regionale alla Difesa del suolo Paola Gazzolo - per aggiornare la legge del ‘91, già ottimo strumento legislativo che ha portato la Regione a livelli virtuosi in Italia. Il testo approvato dalla Giunta, coerente con gli indirizzi espressi dall'Assemblea legislativa, sarà oggetto di ulteriore confronto con gli Enti locali per arrivare a condividere le novità del progetto di legge che ha tra i suoi obiettivi la riduzione del consumo dei suoli e l'utilizzo sostenibile delle risorse anche attraverso la promozione del recupero e del reimpiego dei materiali inerti", sottolinea Gazzolo. Al centro del progetto, conclude l'assessore, anche "la semplificazione della pianificazione e delle autorizzazioni, l'aggiornamento del sistema degli oneri e la promozione della legalità delle attività estrattive nell'ottica dello sviluppo delle imprese che vi operano".

Le principali novità della nuova disciplina, che sostituirà la legge regionale 17/1991, riguardano la previsione di un unico livello provinciale di pianificazione; la competenza al rilascio delle autorizzazioni in capo alle Unioni dei Comuni; verifiche e controlli della legalità sia nel momento del rilascio dell'autorizzazione sia sui materiali estratti. Nel dettaglio, il Piano delle attività estrattive (Pae) è definito dalle Province d'intesa con i Comuni interessati, nell'ambito di un programma regionale finalizzato tra l'altro a individuare i quantitativi massimi di materiale estraibile.

Le autorità competenti a rilasciare le autorizzazioni all'attività estrattiva sono le Unioni dei Comuni, in coerenza con le recenti norme di riordino istituzionale approvate dalla Giunta. Per quanto riguarda il corrispettivo per l'attività estrattiva è previsto che il titolare dell'autorizzazione sia tenuto annualmente al versamento di un onere (commisurato al tipo e alla quantità di materiale di cava estratto) stabilito dalla Giunta regionale in collaborazione con il Tavolo tecnico permanente per le attività estrattive e minerarie, istituito dalla nuova normativa e che riunisce rappresentanti pubblici e delle categorie sociali ed economiche. I contributi dovuti saranno utilizzati per attività di pianificazione, controllo, ricerca e di messa in sicurezza, recupero e prevenzione del rischio idrogeologico, idraulico, costiero e sismico.

Per l'attività mineraria, il progetto di legge prevede che le funzioni amministrative relative alle attività di ricerca (permessi) e coltivazione dei materiali di miniera (concessioni) siano esercitate dalla Regione. Il rilascio dei provvedimenti autorizzativi su cave e miniere è subordinato alla verifica anche delle condizioni e dei requisiti disciplinati dalle norme statali e regionali in materia di prevenzione contro la criminalità organizzata. Inoltre, in attuazione della legge regionale in materia di promozione della legalità nel settore edile e delle costruzioni e di prevenzione del crimine organizzato e mafioso, è poi previsto che la Regione stipuli convenzioni per definire modalità per la tracciabilità del materiale derivante dalle attività estrattive.

Red - ev


TAGS
cave | miniere | emilia | romagna | difesa | suolo | assessore | gazzolo |
COMMENTI [0] [+] AGGIUNGI UN COMMENTO
PUBBLICITA  
METEO  
clear
COPYRIGHT 2009 © CERVELLI IN AZIONE SRL IT P.IVA 02848751208. IL GIORNALEDELLAPROTEZIONECIVILE.IT Č REGISTRATO PRESSO IL TRIBUNALE DI BOLOGNA
PRIVACY POLICY | CHI SIAMO | CONTATTI | PUBBLICITA' POWERED BY ANTHERICA SRL