fonte Archivio sito

Brusaferro (ISS): "Aumentano i casi tra i giovani e raddoppia l'incidenza"

L'età media dei contagiati da coronavirus è di 25 anni, per la prossima settimana previsto Rt a 1,55 ma non c'è pressione ospedaliera

Proiezioni dell'indice Rt per la prossima settimana a 1,55 e abbassamento ai 25 anni dell'età media di chi contrae il virus. Sono questi i dati che il presidente dell'Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro, alla conferenza stampa al ministero della Salute sull'analisi dei dati del monitoraggio regionale della Cabina di regia del venerdì.

Contagi in aumento tra i giovani
I casi, spiega Brusaferro: “Crescono da 2267 a 2958 i comuni con almeno un caso di Covid e l'incidenza mostra come in quasi tutte le regioni vi sia una marcata crescita. La crescita è caratterizzata 10-19 e 20-29 anni e quindi è la popolazione più giovane che alimenta i nuovi casi dell'epidemia. I casi crescono anche in Italia come in molti paesi europei”. Citando la mappa dell'Ecdc e il passaggio di molte regioni europee al giallo, al rosso e al rosso intenso, Brusaferro conferma: “E il dato trova conferma nella curva: anche l'Italia comincia ad avere un trend in crescita”. Di più, nelle stime per la prossima settimana, quella del 26 luglio "L'Rt si proietta a 1.55 e si sta abbassando l'età media dell'infezione a 25 anni e l'età media di ricovero in terapia intensiva a 55 anni" ha aggiunto Brusaferro. A proposito della variante Delta il presidente dell'Iss dichiara: “Sta aumentando la quota della variante Delta e sta progressivamente decrescendo la variante alfa. Dal 5 giugno al 19 luglio la mappa conferma questo dato”.

Vaccinati e pressione ospedaliera
Per quanto riguarda la vaccinazione della fascia più colpita dal coronavirus Brusaferro aggiunge un dato: “Oltre il 50% tra 20 e 29 anni ha fatto almeno una dose di vaccino e questo è un dato importante. Stanno crescendo le vaccinazioni”. Mentre a proposito dell'incidenza raddoppiata sottolinea che: “L'impatto sui servizi sanitari è limitato ma la variante delta aumenta e diventerà dominante . Da qui l'importanza di completare il ciclo vaccinale e rispettare le misure di distanziamento e l'uso delle mascherine”.

Red/cb

(Fonte: RaiNews)