fonte Twitter Protezione civile Piemonte

Protezione civile, gli aggiornamenti dalla Sicilia

I contingenti regionali saranno suddivisi tra Palermo, Catania e Enna. Intanto il 5 agosto il Capo della Protezione Civile riferirà in Commissione Ambiente sugli eventi estremi che hanno colpito il Paese

Sono arrivate da poco in Sicilia le colonne dei mezzi pesanti inviate da Trentino, Veneto e Alto Adige per sostenere la Regione siciliana nella lotta agli incendi che nel fine settimana l'hanno colpita duramente. La decisione di inviare rinforzi da altre Regioni d'Italia è arrivata nella serata di ieri, domenica 1 agosto, con il Dpcm firmato dal premier Mario Draghi che contiene la dichiarazione dello stato di mobilitazione nazionale del sistema di protezione civile.

Come saranno suddivisi i rinforzi
Il team di “Scouting”, che ha preceduto ieri, domenica 1 agosto, le colonne mobili delle regioni viaggiando in aereo, è già sul posto e sta coordinando il dispiegamento dei contingenti delle Regioni nei territori di Catania, Palermo e Enna. A Catania il team di “Scouting” ha preso contatto con i referenti dei vari contingenti per organizzare l’arrivo delle colonne mobili e dare coordinamento e supporto all’intervento delle Regioni. Il contingente trentino, così come quelli di Veneto e Alto Adige, è chiamato a operare nella zona di Palermo. La Protezione civile della Lombardia e quella del Piemonte interverranno invece nel territorio di Enna. Quelle del Friuli Venezia Giulia e dell’Emilia Romagna nella zona di Catania.

Curcio alla Commissione Ambiente
Intanto il Capo del Dipartimento di Protezione Civile, Fabrizio Curcio è stato convocato giovedì 5 agosto, alle ore 10, dalla commissione Ambiente della Camera per svolgere, in videoconferenza, un'audizione in merito ai recenti fenomeni meteorologici avversi che si sono verificati in Lombardia e nelle aree limitrofe e sugli incendi dei giorni scorsi con particolare riguardo alla Sardegna.

Red/cb

(Fonte: Ufficio stampa Provincia autonoma di Trento, Nova)