Sardegna, quasi 2 milioni di euro per il volontariato di protezione civile

Anticipata la pubblicazione del bando per le risorse da destinare alle organizzazioni sarde come giusto riconoscimento ai tanti volontari che, organizzati in associazioni nei territori, sono stati coinvolti nell'emergenza coronavirus

Stanziati 1 milione 960mila euro di contributi per le organizzazioni di volontariato di protezione civile della Sardegna, regolarmente iscritte da almeno 6 mesi all'elenco regionale. “Anche nell’emergenza Covid, i volontari sardi sono sempre sul campo, accanto alle Istituzioni per la sicurezza dei cittadini. La Regione sostiene le loro attività”. Così il presidente della Regione, Christian Solinas, commenta il provvedimento con il quale la Giunta ha stanziato le risorse.

“I volontari - afferma il presidente Solinas - costituiscono un elemento importante e irrinunciabile dell’organizzazione chiamata a fronteggiare questa fase di drammatica emergenza sanitaria e sono diventati un esempio di gestione efficace ed efficiente negli interventi sul territorio, offrendo generosamente la propria opera per la tutela della salute dei Sardi".

“Abbiamo deciso di anticipare la pubblicazione del bando, rispetto agli anni precedenti, come giusto riconoscimento ai tanti volontari sardi che, organizzati in associazioni nei territori, sono stati coinvolti in questa emergenza, sia nell’assistenza alla popolazione, per acquisti di beni di prima necessità e medicinali, sia nelle attività di sanificazione dei perimetri urbani del comuni – spiega l’assessore regionale della Difesa dell'ambiente, Gianni Lampis, con delega alla Protezione civile – Grazie a questi contributi puntiamo ad ottimizzare, potenziare e migliorare l'operatività del sistema regionale di protezione civile a disposizione dei cittadini in difficoltà ed al servizio della loro sicurezza, soprattutto in occasione delle situazioni di emergenza. Infatti, le associazioni potranno utilizzarli per l’acquisto e la manutenzione di attrezzature, macchine ed equipaggiamenti di loro proprietà, oltre al rimborso delle spese di assicurazione dei volontari contro i rischi e dei mezzi. Inoltre, per il 2020 abbiamo portato da 15mila euro a 35mila il contributo massimo erogabile a ciascuna associazione. Dobbiamo puntare con decisione anche alla diffusione della cultura di protezione civile”.

Le domande per la concessione del contributo dovranno essere trasmesse entro e non oltre 30 giorni dalla pubblicazione dell’Avviso pubblico sul sito istituzionale della Regione.

red/mn

(fonte: Regione Sardegna)