Una casetta per Amatrice, il volontariato "anticipa" il Governo

Poco meno di 40 metri quadri attrezzati, con tanto di cucina, bagno, camere, veranda. E’ il regalo della onlus “La Via del Sale”, che in attesa della consegna dei nuclei abitativi ha promosso una raccolta fondi per offrire alle popolazioni colpite dal terremoto una casa in cui abitare. Oggi saranno consegnate le prime “chiavi"

In attesa che il governo assegni le prime case di legno alle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto, l'associazione “La Via del Sale Onlus” (Rieti) inaugura il progetto solidale "Una casetta per Amatrice". Questo pomeriggio, presso Faizzone di Amatrice, sarà consegnata la prima abitazione.
L'associazione ha raccolto fondi da donatori privati allo scopo di acquistare casette semimobili interamente arredate, dalla grandezza di 4.80 per 8 metri con veranda, cucina abitabile, due camere da letto, due bagni ed aria condizionata calda e fredda.
Il progetto intende favorire tra i terremotati quelli più svantaggiati, come ad esempio coloro che hanno il bestiame da accudire. L'associazione esaminerà con cura le situazioni familiari che versano in uno stato d’emergenza a seguito del sisma e, grazie alla raccolta fondi, provvederà ad assegnare le successive abitazioni.

red/gt