fonte twitter Indo-Tibetan Border Police

India: crolla ghiacciaio Himalaya, si cercano più di 150 dispersi

Al momento si contano 18 morti e 15 persone salvate ma le ricerche dei dispersi proseguono, si calcola che vi siano ancora più di 150 persone bloccate nel tunnel che collega due centrali elettriche della zona

Si teme una strage nel Nord dell'India dopo che ieri, domenica 7 febbraio, il parziale crollo di un ghiacciaio himalayano ha causato l'esondazione di due fiumi l'Alaknanda e il Dhauliganga travolgendo anche una diga. Per ora le autorità hanno confermato la morte di 18 persone e il salvataggio di 15. Ma i dispersi sarebbero almeno 150 alcuni dei quali intrappolati in un tunnel in costruzione vicino a una delle centrali elettriche della zona.



Nella zona secondo l'agenzia nazionale per le emergenze starebbero lavorando oltre 2mila tra poliziotti, militari ed elicotteri dell'esercito. Il fatto è avvenuto nel distretto di Chamoli nello stato indiano di Uttarakhand, sulla catena montuosa dell'Himalaya. Qui la crisi climatica ha portato al discioglimento di parte di un ghiacciaio ed ha causato una valanga di acqua e fango che ha a sua volta avuto l'effetto di far esondare due fiumi e far evacuare rapidamente alcuni villaggi.

Red/cb

(Fonte: Agi)