14 agosto, a Genova il ricordo per le vittime del crollo di ponte Morandi

Al pomeriggio scoprimento della targa con i nomi delle 43 vittime a Palazzo Tursi

Venerdì 14 agosto sarà il secondo anniversario dalla tragedia del crollo del ponte Morandi di Genova, in cui persero la vita 43 persone.

Alla commemorazione per le vittime parteciperà anche il presidente del Consiglio Giuseppe Conte che tornerà dunque nel capoluogo ligure 10 giorni dopo l’inaugurazione del nuovo ponte San Giorgio che ha sostituito il viadotto crollato. Non si svolgerà nessuna cerimonia pubblica, ma un momento raccolto di ricordo per le 43 vittime, così come chiesto dai parenti delle vittime. 

Il programma prevede una messa alle 9,30 officiata dall’arcivescovo Marco Tasca nella chiesa di San Bartolomeo di Certosa, appuntamento aperto a tutti, mentre alle 10,30 verrà aperta la cosiddetta “radura della memoria”, lo spazio allestito temporaneamente sotto il nuovo ponte in cui i parenti delle vittime si ritroveranno in forma privata per ricordare i loro cari. Alle 11.36 un minuto di silenzio, seguito dalla lettura di brani tratti dal libro dedicato alle 43 vittime.

La giornata prosegue alle 15 a Palazzo Tursi, dove i parenti delle vittime assisteranno alla presentazione della targa in bronzo con i nomi dei loro cari, e si concluderà in serata con una fiaccolata organizzata dal comitato Oltre il ponte c’è: i partecipanti si ritroveranno alle 21 in tre punti differenti - piazza Masnata lato Sampierdarena, castello Foltzer lato Certosa e il ponte di Cornigliano - per ritrovarsi poi nella radura della memoria.

red/mn

(fonte: Comune di Genova, genova24)