(foto: ilgiornaledellaprotezionecivile.it)

1500: un numero verde contro il caldo e i rischi correlati

Il Ministero della Salute ha attivato un numero verde, il 1500, contro il caldo. Il servizio offerto è attivo tutti i giorni con personale qualificato in grado di dare risposte per richieste di informazione di base o complesse su come difendersi o agire contro il caldo e chi poter contattare

L'arrivo del caldo non significa solo mare e vacanza, ma per molte persone, specialmente quelle che rimangono nei grandi centri urbani, significa essere esposte a rischi per la salute. Le categorie di persone più a rischio sono gli anziani, i bambini, le donne incinte e le persone malate. Le aree maggiormente a rischio sono appunto le grandi città, dove ci sono grossi agglomerati di edifici, molto traffico veicolare e molta afa.

Considerate le condizioni meteorologiche presenti sul territorio nazionale caratterizzate, già nel fine settimana appena trascorso, da un notevole aumento di calore, il Ministro della salute ha provveduto ad attivare, a partire dal 26 luglio, il numero telefonico gratuito nazionale "1500".

Il servizio, analogamente agli anni passati, è operativo dalle ore 8.00 alle ore 18.00 di tutti i giorni (compresi il sabato e la domenica) e fornisce direttamente ai cittadini informazioni sui bollettini giornalieri dei sistemi di previsione e allarme meteo (attivi in 27 città), consigli su come difendersi dal caldo e indicazioni sui servizi e sui numeri verdi attivati durante l'estate dalle Regioni e dai Comuni per fornire supporto in particolare alle persone anziane e agli altri soggetti più suscettibili agli effetti del caldo.

Al numero "1500" risponde personale interno del Ministero altamente qualificato e appositamente formato, in grado di soddisfare le richieste di informazione di base, e anche dirigenti sanitari (medici, veterinari, farmacisti, chimici, biologi e psicologi), per soddisfare le richieste più complesse.


Redazione/sm

(fonte: Ministero della Salute)