19 incendi hanno impegnato
ieri la flotta aerea del DPC

Lotta impari fra fuoco e antincendio: basta un attimo perchè un rogo si alimenti, mentre occorrono giorni per spegnerlo. Il DPC ricorda che la maggior parte degli incendi boschivi è causata dall'uomo e che è importantissimo segnalare al 1515 o 115 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo

Nella giornata di ieri i Canadair e gli elicotteri della Flotta statale anti-incendio boschivo a supporto delle squadre di terra sono stati impegnati su 19 incendi.

Questo il dato diffuso ieri in serata dal Dipartimento della Protezione civile: per quanto riguarda la distribuzione delle richieste di intervento sul territorio nazionale,  dalla Campania è arrivato il maggior numero di richieste, quattro, al Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento. A seguire Calabria e Lazio con 3 richieste a testa, Puglia e Sicilia con 2, e infine Sardegna, Basilicata, Liguria, Abruzzo e Umbria che hanno presentato una richiesta ciascuno.

L'intenso lavoro svolto dagli equipaggi dei mezzi aerei ha permesso di mettere sotto controllo o spegnere  ben 7 roghi.

Alle 18.30 di ieri, erano attivi ancora  12 incendi,  distribuiti tra Calabria, Puglia, Sicilia, Basilicata, Lazio, Campania e Liguria, sui quali erano impegnati i piloti dei velivoli antincendio (  12 Canadair, 6 fire-boss, due S64 e un CH47 e un AB205 e un AB212). Il lancio di acqua e liquido ritardante e estinguente è proseguito fino a tardi, fino a che le condizioni di luce hanno consentito di effettuare le operazioni in sicurezza.


red/pc




fonte: DPC