2 agosto, Bologna non dimentica

Calendario fitto per le commemorazioni, oggi e domani, della strage del 2 agosto: si tratta del 36° anniversario e, intorno alla stazione di Bologna, si terranno eventi, iniziative, performance per non dimenticare gli 85 morti e i 200 feriti di quel tragico giorno. Il Comune ha emesso un'ordinanza per regolamentare il traffico

In occasione delle manifestazioni organizzate per il 36° anniversario della strage alla stazione di Bologna, sono stati predisposti dall'Amministrazione comunale i provvedimenti di traffico nelle zone interessate, come da ordinanza: ci saranno limitazioni al transito e al parcheggio in tutta la zona coinvolta, ma sarà deviato anche il percorso dei mezzi pubblici. I provvedimenti sono iniziati alle ore 6 di oggi, lunedì 1° agosto, e termineranno alle ore 13 di domani, martedì 2 agosto.

Il 2 agosto 1980 alle 10,25, nella sala d'aspetto di 2ª classe della stazione di Bologna, esplodeva un ordigno a tempo dando vita a uno degli atti terroristici più gravi avvenuti in Italia nel secondo dopoguerra. Per l'occasione, il Comune di Bologna, ha messo a punto un programma molto sentito di avvenimenti, che animeranno - oggi e domani - quella che sarà la Giornata in memoria delle vittime di tutte le stragi, che coinciderà con il 36° anniversario della strage alla stazione di Bologna.

Fra le tante iniziative, più di 8.000 cartoline per ricordare chi ha perso la vita nella strage saranno distribuite lungo il corteo da piazza delle Medaglie d’Oro fino a Palazzo d’Accursio. Per ognuna delle vittime l'assemblea regionale dell'Emilia-Romagna ha stampato una cartolina con poche righe. In ogni cartolina un nome e un cognome, una storia, per restituire dignità a quelle vite spezzate. Tra le poche righe anche dettagli, momenti di ciò che le vittime stavano facendo quando c’è stata l’esplosione: piegare una giacca, scrivere su un diario, uscire per fumare un sigaretta. Il progetto è stato presentato da Simonetta Saliera, da un'idea della storica Cinzia Venturoli.

red/lg