fonte foto: pixabay.com

2 giugno: 70 anni di voto femminile

Settant'anni di democrazia, ma anche di voto femminile: riceviamo e volentieri pubblichiamo le riflessioni di Chiara Cerrato, Consigliera di Parità della Provincia di Asti

Il 2 giugno 1946 le donne italiane votarono per la prima volta: per scegliere la forma istituzionale del nostro Paese e per eleggere i deputati dell'Assemblea Costituente. Si recarono alle urne l'89% delle aventi diritto. Le donne elette risultarono essere il 3,7% e solo cinque fecero parte della commissione deputata a redigere la nostra Costituzione; una fra tutte Nilde Iotti, insegnante, in seguito Presidente, anzi Presidentessa, della Camera dei Deputati per ben tre legislature.

Nel tempo l'andamento delle percentuali donne elette nelle nostre Camere manifesta una grave sottorappresentanza femminile, fino al netto balzo in avanti del 2013: dal 27% del Senato al 31% della Camera. Sicuramente si è instaurata una maggior consapevolezza e un "legame" tra l'elettorato femminile e le candidate, ma anche le norme hanno contribuito a regolare il riequilibrio della presenza di uomini e donne nelle istituzioni. La sfera politica e istituzionale e quella civile non devono però essere separate; se perdurano stereotipi di genere e violenza essi devono essere combattuti nei luoghi istituzionali ma anche nella vita quotidiana, dalla scuola o università ai luoghi di lavoro.
Nel nostro piccolo anche ad Asti si registra una sempre maggiore e consapevole attenzione alla parità e al contrasto alle discriminazioni di genere: le nomine rosa nel CdA della Fondazione della Cassa di Risparmio di Asti, le panchine rosse ad Asti e a San Marzanotto, l'istituzione di una Rete permanente di parità, le nuove iniziative in essere (quali, ad esempio, la regolamentazione della comunicazione commerciale affinché non diffonda stereotipi di genere).

C'è un bel proverbio turco, ci dice il Premio Nobel per la Letteratura Orhan Pamuk, usato per definire il lavoro dello scrittore, "scavare un pozzo con un ago": ben esprime la tenacia, l'ostinazione, la pazienza e può, per analogia, essere applicato ogni giorno a noi donne.
2 giugno 1946- 2 giugno 2016: continuiamo a scavare.

Chiara Cerrato - Consigliera di Parità - Provincia di Asti