5 reportage su L'Aquila:giovani
cineasti raccontano la città

Saranno completati entro fine anno e proiettati per la cittadinanza, i cinque reportage sull'Aquila prodotti dagli sudenti della sede abruzzese del Centro sperimentale di cinematografia: le opere hanno lo scopo di contribuire, attraverso le immagini,  ad una conoscenza più approfondita dell'attuale delicata realtà aquilana

Il restauro della basilica di Collemaggio, l'auditorium firmato da Renzo Piano nel parco del Forte spagnolo, i luoghi vecchi e nuovi della cultura e della socialità a L'Aquila, il villaggio ecosostenibile di Pescomaggiore, questi i temi dei cinque reportage in corso di realizzazione da parte degli allievi del corso triennale di "Reportage storico - d'attualità" della sede Abruzzo del Centro Sperimentale di Cinematografia, sorta a L'Aquila nel maggio 2011.

Il centro abruzzese sede distaccata della Scuola Nazionale di cinema, si propone di individuare, selezionare e formare giovani professionisti in grado di operare in termini di eccellenza nel campo della comunicazione audiovisiva, in particolare nel campo del reportage storico-d'attualità. In questo ambito sono stati avviati i cinque  reportage, nati come esercitazione didattica avviata dagli studenti, con la supervisione dei docenti, che si traduce in effetti in una ricerca per mettere in luce le contraddizioni e gli aspetti esemplari di alcuni luoghi significativi della città dell'Aquila nelle loro trasformazioni dal sisma del 2009 ad oggi.

Dal laboratorio scaturiranno documenti audiovisivi il cui obiettivo è di arricchire il contributo che il Centro Sperimentale di Cinematografia ha offerto e continua ad offrire, attraverso il linguaggio delle immagini, alla conoscenza e all'analisi di questo delicato momento per il capoluogo abruzzese e per l'intera regione Abruzzo.

I cinque "esercizi", ideati, scritti e realizzati dagli allievi, verranno completati entro la fine dell'anno e proiettati nell'ambito di una lezione aperta alla cittadinanza.



red/pc