fonte foto: www.mobyprince.it

A Cagliari, per non dimenticare il disastro Moby Prince

Venticinque anni dopo la tragedia in cui persero la vita 140 persone, a Cagliari si tiene, martedì prossimo, 5 aprile, l'incontro pubblico "Moby Prince 25 anni senza verità e giustizia". Saranno presenti le istituzioni e i famigliari sardi delle vittime e verrà proiettato il documentario “Buonasera, Moby Prince”, a cura di Paolo Mastino, del Tgr Sardegna

L'appuntamento è per martedì prossimo, 5 aprile, nella Sala del Consiglio Comunale di Cagliari (via Roma 145). L'occasione è lagata al 25° anniversario della tragedia del Moby Prince, il traghetto che, la sera del 10 aprile 1991, entrò in collisione con la petroliera Agip Abruzzo nel porto di Livorno. Lo scontro generò un incendio in cui persero la vita 140 persone, tra passeggeri ed equipaggio (ci fu solo un superstite). Sulle cause dell'incidente e sui tanti imprevisti di quella notte non è mai stata fatta luce, nonostante le indagini e i processi. All'incontro pubblico "Moby Prince 25 anni senza verità e giustizia" (patrocinato dal Comune di Cagliari e dalla Regione Autonoma della Sardegna) saranno presenti i familiari sardi delle vittime, i Consiglieri comunali, Parlamentari sardi, e sono invitati tutti i cittadini che vogliono condividere questo momento per non dimenticare.
L'incontro, che è previsto alle 11, si aprirà con un intervento del Sindaco, Massimo Zedda, e del Presidente della Regione, Francesco Pigliaru; alle ore 11.30 verrà proiettato un documentario inedito "Buonasera, Moby Prince" a cura di Paolo Mastino del Tgr Sardegna. Successivamente sono previsti interventi del Presidente della Commissione parlamentare sul Moby Prince, Senatore Silvio Lai e di Luchino Chessa, figlio del comandante del traghetto e presidente dell'Associazione 10 Aprile-Familiari vittime Moby Prince. A seguire sarà aperto un dibattito pubblico.

red/lg

fonte: Comune di Cagliari