#AbitareCittàInvisibili: sulle tracce di Calvino torna a Lucca il Festival del Volontariato

Città nascoste, città silenziose, città inclusive e tecnologiche: così come nel dialogo del celebre romanzo calviniano fra Marco Polo e l'imperatore Kublai Khan, il Festival del Volontariato 2016 si interrogherà sulle frontiere reali e immaginarie di una società in continuo cambiamento, in cui terzo settore e volontariato sono sempre più protagonisti

Una nuova location, il prestigioso Palazzo Ducale di Lucca, un tema sfidante e nuove possibilità di coinvolgimento e collaborazione. Si stanno scaldando i motori della sesta edizione del Festival Italiano del Volontariato, la kermesse della solidarietà che ha visto dal 2011 proporre Lucca, il Centro Nazionale per il Volontariato (Cnv) e la Fondazione Volontariato e Partecipazione (Fvp) come centro pensante del mondo della solidarietà.
L'edizione 2016 si terrà dal 14 al 17 aprile prossimi nelle sale e nei cortili di Palazzo Ducale, prestigiosa sede messa a disposizione dalla Provincia di Lucca; "Abitare città invisibili" sarà il tema del 2016.


"Le città - spiega il presidente del Cnv Edoardo Patriarca - che spesso i riflettori mediatici non riescono a raccontare, ma nelle quali si vivono contraddizioni e innovazioni. Le città nascoste, quelle dell'emarginazione che non fa notizia, ma anche le città silenziose che sperimentano innovazioni sociali e tecnologiche su cui il terzo settore è sempre più protagonista. Come nel dialogo del romanzo calviniano fra Marco Polo e l'imperatore Kublai Khan, ci interrogheremo e interrogheremo gli ospiti del festival sulle realtà e le frontiere reali e immaginarie di una società in continuo cambiamento, una società in cui il terzo settore e il volontariato sono sempre più protagonisti e devono essere all'altezza, anche morale, del ruolo che svolgono".

Il tema delle città invisibili verrà sviluppato con singoli momenti di elaborazione, confronto e approfondimento nelle giornate del Festival: le città inclusive contro le marginalità, le città tecnologiche per uno sviluppo sostenibile, le città e la sicurezza e coesione sociale, i giovani e le città di domani, le città e l'accoglienza.

Più di 100.000 le persone coinvolte nelle prime cinque edizioni del Festival del Volontariato che quest'anno sarà raccontato sul web e sui social con gli hashtag #fdv2016 e #AbitareCittàInvisibili.

Per informazioni:
Ufficio Marketing e Comunicazione del Festival (Società Cooperativa Volontariato Oggi - tel:  0583419500, coop@volontariatoggi.info
http://www.festivalvolontariato.it/come-partecipare.


red/pc