Accesso aperto alla letteratura
scientifica: INGV firma la
Dichiarazione di Berlino

Se l'informazione scientifica non è resa largamente e prontamente disponibile alla società la diffusione della conoscenza è incompleta: i sottoscrittori della Dichiarazione di Berlino promuovono Internet quale strumento funzionale alla conoscenza scientifica 'open access'

L' Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), nella figura del Presidente Prof. Stefano Gresta e su mandato del proprio CdA, ha sottoscritto la Berlin Declaration on Open Access to Knowledge in the Sciences and Humanities (Dichiarazione di Berlino) che costituisce la "carta" europea di adesione ai principi dell'accesso aperto ai prodotti della ricerca finanziata con fondi pubblici.

"Con questo atto - si legge in una nota dell'Istitituto - l'Ingv si impegna ad assicurare il massimo accesso al patrimonio informativo prodotto dalle attività di ricerca dell'Istituto: i risultati della ricerca saranno diffusi non solo attraverso le modalità tradizionali di pubblicazione, ma anche attraverso i nuovi strumenti informativi aperti, propri delle tecnologie di informazione e comunicazione, che consentono di mettere a frutto più efficacemente i principi dell'open access.
La Dichiarazione di Berlino - ha
afferma to il Prof. Gresta - è una eccellente iniziativa che condividiamo proprio perché delinea un percorso, afferma il presidente Gresta, che nel nostro piccolo Ingv aveva già avviato fin dal 2005 con EarthPrints, (www.earth-prints.org) uno strumento per la rapida diffusione dei risultati di ricerche scientifiche appena pubblicate".


red/pc