Fonte Ispra

Accordo Ispra e Unem per innovare il settore delle bonifiche

L'obiettivo della sinergia tra il settore pubblico e privato è quello di diffondere i migliori standard operativi per la riqualificazione ambientale

L'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Ispra) – e l'Unione Energie per la Mobilità - Unem, hanno firmato un accordo per favorire sempre più l'innovazione tecnologica nelle attività di bonifica e di riqualificazione ambientale. Lo scambio di informazioni, esperienze, ricerche e pratiche tra l'istituzione pubblica e quella privata potranno portare risultati di maggiore efficienza delle azioni di tutela, anche per quelle situazioni che richiedono interventi di bonifica e risanamento ambientale.

"Un accordo, quello sulle bonifiche tra Ispra e Unem, - afferma Alessandro Bratti, direttore Generale di Ispra - che sancisce il confronto positivo tra pubblico e privato, tra autorità e stakeholder. Un passo avanti nel superamento della logica command and control, dove ognuno, nel proprio ruolo, contribuisce alla crescita del Paese e dell'economia nazionale”. “La collaborazione, il confronto e la sinergia tra le aziende e tra il settore pubblico e privato per la definizione e la diffusione dei migliori standard operativi per la riqualificazione ambientale del nostro settore - sottolinea il Direttore Generale dell'Unem Marina Barbanti - è un valore aggiunto e un modello vincente. Con questa consapevolezza nel 2019 abbiamo avviato il progetto "Riqualificazione ambientale" che ha visto il coinvolgimento diretto di aziende operanti nelle aree di ingegneria ambientale, bonifica e riqualificazione dei siti contaminati e recupero di siti petroliferi".

Red/cb
(Fonte: Ispra)