Accordo Italia-Cina per
l'ingegneria sismica

Un accordo fra Università di Shangai e Fondazione Eucentre di Pavia porterà ad attività di ricerca comuni sulla riduzione del rischio sismico, scambio di ricercatori e identificazione di protocolli di prova condivisi nell'ambito dell'ingegneria sismica, che faciliteranno  l'ingresso delle aziende occidentali sul mercato cinese e viceversa

E' stato siglato domenica 9 dicembre, un importante accordo di collaborazione nel campo dell'ingegneria sismica tra lo State Key Laboratory for Disaster Reduction of Civil Engineering della Tongji University di Shanghai ed il Laboratorio TreesLab della Fondazione Eucentre di Pavia.
Eucentre, fondazione senza scopo di lucro creata nel 2003 dal Dipartimento della Protezione Civile, dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, dall'Università degli Studi di Pavia e dalla Scuola Superiore Universitaria IUSS Pavia, ha l'obiettivo di promuovere la ricerca e la formazione nel campo della riduzione del rischio sismico. I
l suo laboratorio TreesLab, grazie alla tavola vibrante per la simulazione sismica più potente d'Europa, è in grado di testare le proprietà antisismiche di prototipi di edifici e strutture.

"L'accordo -  si legge in una nota della Fondazione - è avvenuto a margine del Fifth Kwang-Hua Forum Innovations and Implementations in Earthquake Engineering Research (in corso di svolgimento in questi giorni a Shanghai) a cui partecipano i principali laboratori di ricerca in ingegneria sismica del mondo e  prevede l'identificazione di protocolli di prova comuni ai due laboratori, in modo da facilitare l'ingresso al mercato cinese da parte di aziende occidentali che abbiano testato i propri prodotti presso la Fondazione Eucentre e viceversa, e di riconoscere le prove effettuate a Shanghai nell'ambito di contratti tra stazioni appaltanti occidentali e aziende orientali.
Oggetto dell'accordo sono anche le attività di ricerca comuni nell'area della riduzione del rischio sismico, scambio di ricercatori e di staff tecnico coinvolto in ricerche sperimentali, corsi avanzati di formazione per il personale dei rispettivi laboratori, organizzazione di workshop e convegni congiunti e lo scambio di informazioni tecniche anche attraverso la pubblicazione di articoli e libri scientifici".

L'accordo siglato ieri si inserisce nell'ambito del "General Agreement" del 2010 in atto  fra Tongji University e Scuola Superiore Universitaria IUSS di Pavia. L'agreement, rinnovato il 27 novembre scorso, ha come finalità "l'attivazione di un programma congiunto di formazione postgraduate e di ricerca nel campo dell'ingegneria civile, dell'architettura, dell'ingegneria sismica e della sismologia applicata all'ingegneria, della protezione ambientale e dello sviluppo sostenibile". Nel corso degli ultimi tre anni tale accordo ha portato a Pavia una quarantina di studenti cinesi.



red/pc



fonte: Secrp/ Eucentre