fonte sito Enea

Accordo ministero della Difesa ed Enea per efficienza energetica

Tra i punti del patto ci sono l'aumento delle diagnosi energetiche e il rinnovamento delle strutture militari, lo studio di tecnologie di sorveglianza come i droni e il monitoraggio delle strutture energetiche

Caserme e distretti militari sempre più sostenibili ed efficienti dal punto di vista energetico grazie all'accordo sottoscritto dal ministero della Difesa ed Enea. Il ministro della Difesa Lorenzo Guerini e il presidente dell’Enea, Federico Testa hanno infatti sottoscritto un protocollo d’intesa in materia di efficientamento energetico e di sostenibilità, che rinnova e rafforza il precedente accordo di collaborazione.

I punti dell'accordo
In particolare l’accordo prevede: l’implementazione di un piano di diagnosi energetiche e il rinnovamento delle infrastrutture della Difesa secondo il modello degli “smart military district”; attività di studio e sviluppo di tecnologie nel campo della produzione di idrogeno per i trasporti; attività di ricerca e sviluppo nel campo della robotica e dei droni di sorveglianza; monitoraggio delle infrastrutture energetiche critiche attraverso reti di sensori; utilizzo della tecnologia blockchain per la gestione sicura dei flussi energetici. “Innovazione e rispetto dell’ambiente sono priorità per la Difesa come lo sono per la collettività nazionale. Grazie alla collaborazione con Enea, le Forze Armate potranno intraprendere ulteriori progetti rivolti al risparmio energetico, alla razionalizzazione dei consumi e allo sviluppo delle fonti di energia rinnovabili”, ha affermato il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini al momento della firma. “Enea dispone di competenze, impianti e strumentazioni che hanno caratteristiche uniche a livello nazionale nei settori dell’efficienza energetica, della sostenibilità ambientale e dell’innovazione tecnologica. Siamo certi che questa rinnovata collaborazione rafforzi le rispettive professionalità in campi strategici per lo sviluppo del Paese”, ha dichiarato il Presidente dell’Enea Federico Testa.

Red/cb

(Fonte: Enea)