Accordo tra Protezione Civile ed Emergency per la sanità calabrese

L'associazione Emergency contribuirà a rispondere alle urgenti esigenze di assistena socio-sanitaria

Il Dipartimento di Protezione Civile ha attivato l’associazione di volontariato Emergency per supportare la gestione dell’emergenza Covid-19 nella regione Calabria.

Considerando l’evoluzione della situazione epidemiologica in atto si è ritenuto che l’associazione Emergency possa contribuire a rispondere alle urgenti esigenze di assistenza socio-sanitaria alla popolazione, come la gestione delle strutture ospedaliere da campo o il supporto all’interno dei cosiddetti “Covid Hotel”, nonché nei punti di triage delle strutture ospedaliere. Già a partire dalla giornata di oggi l’associazione sarà attiva sul territorio. “Inizieremo da domani mattina (oggi, ndr) a lavorare a un progetto da far partire al governo”, ha scritto il profilo ufficiale di Emergency su Facebook. “Ringraziamo il Governo per la stima che ha dimostrato per il lavoro di Emergency e le tante persone che ci hanno dato fiducia, offrendo da subito il loro sostegno”.

L’attivazione di Emergency arriva dopo che i due commissari alla Sanità in Calabria, Zuccatelli e Gaudio, nominati in successione, si sono dimessi per motivi diversi. Giuseppe Zuccatelli su richiesta del ministro della Salute, mentre Eugenio Gaudio ha rinunciato per “motivi personali” a poche ore dalla nomina. "Mia moglie - ha spiegato - non ha intenzione di trasferirsi a Catanzaro. Un lavoro del genere va affrontato con il massimo impegno e non ho intenzione di aprire una crisi familiare". Poche ore dopo la rinuncia, è arrivato l’accordo tra il Dipartimento di Protezione Civile ed Emergency.

red/gp

(Fonte: Dipartimento Protezione Civile, Emergency, Ansa)