"Acque d'Italia": domani a Roma la Conferenza nazionale sulle acque

A quasi mezzo secolo dalla prima conferenza nazionale sulle acque del 1971, la Presidenza del Consiglio organizza per domani 22 marzo, giornata mondiale dell'acqua, la Conferenza nazionale "Acque d'Italia", che presenterà i dati sulla disponibilità idrica nel Paese e nelle singole zone, il consumo dei vari settori (industria, agricoltura, civile, energia) e lo stato ecologico delle acque in relazione alla depurazione

"Il team di esperti dell'Istituto Nazionale di Statistica (Istat) e dell'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) presenterà domani il più aggiornato e completo rapporto sul nuovo bilancio idrologico e idrico nazionale. Sapremo quanta risorsa abbiamo e in quali aree del Paese, quanta ne utilizziamo nei vari settori (industria, agricoltura, civile, energia) e conosceremo lo stato ecologico delle acque in relazione alla depurazione".
Così Erasmo D'Angelis coordinatore di #Italiasicura, presenta i lavori di domani della Conferenza nazionale sulle acque, che, spiega D'Angelis "ha come obiettivo quello di fornire un quadro conoscitivo chiaro con il fabbisogno di infrastrutture e le azioni di tutela per far fronte agli effetti dei cambiamenti climatici che colpiscono con i due estremi: siccità e alluvioni". All'evento,organizzato da Italiasicura e coordinato dal geologo e divulgatore Mario Tozzi, interverranno il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, i Ministri dell'Ambiente Gian Luca Galletti, delle infrastrutture Graziano Delrio, dell'Agricoltura Maurizio Martina, per la coesione territoriale e per il mezzogiorno Claudio De Vincenti, i Presidenti delle Commissioni parlamentari ambiente, territorio e lavori pubblici della Camera e del Senato, Ermete Realacci e Giuseppe Marinello, l'Autorità nazionale energia elettrica, gas e servizi idrici Guido Bortone, il presidente della Conferenza Stato Regioni Stefano Bonaccini e il presidente dell'Anci Antonio Decaro, il Presidente di Istat Giorgio Alleva e il commissario di Ispra Bernardo De Bernardinis, il climatologo Antonio Navarra presidente del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici, Armando Zambrano, Presidente del Consiglio nazionale degli ingegneri, reti professioni, rappresentanti di enti e soggetti (da Utilitalia ai consorzi di bonifica, autorità di bacino, enti di ambito), del mondo scientifico ed accademico.

La Conferenza si svolgerà a Roma nell'Aula dei gruppi della Camera dei Deputati in via Campo Marzio 74 dalle 9.30 alle 17.
Sarà possibile seguire i lavori sui social con l'hashtag #acqueitalia e  in diretta streaming a questo link: http://webtv.camera.it/home


red/pc
(fonte: Italiasicura)