Fonte Università politecnica delle Marche

Ad Ancona si parla di crisi climatica e del progetto LifePrimes

Partendo da casi studio recenti il convegno promuoverà buone pratiche di protezione civile, di cambiamenti climatici e riduzione del rischio

L'esondazione del Fiume Misa a Senigallia, l'alluvione di Fermo dello scorso luglio, sono solo alcuni dei casi studi che verranno raccontati attraverso testimonianze ed esempi di buone pratiche martedì 15 ottobre al convegno “Cambiamenti climatici e riduzione del rischio disastri: formazione, ricerca e operatività nel Sistema di protezione civile” organizzato dall’Ateneo in collaborazione con Regione Marche e Protezione Civile regionale.

La giornata si svolgerà presso il Dipartimento di Scienze della Vita e dell’Ambiente dell’Università Politecnica delle Marche – moderata da Roberto Oreficini Rosi, Vice Presidente della Commissione Grandi Rischi – si aprirà con l’intervento di Paolo Calcinaro, Sindaco di Fermo e Presidente Commissione Protezione Civile di Anci Marche, che porterà la testimonianza del Comune colpito dal forte evento meteo dello scorso luglio 2019.

In seguito Gabriele Fantini del Comando Vigili del Fuoco di Ancona, racconterà invece la fase operativa dell’emergenza attraverso un focus sulla esondazione del Fiume Misa a Senigallia. Rossella Ferretti, dell’Università dell’Aquila, porterà invece l’esperienza del centro di competenza di Protezione Civile Cetemps dell’Università dell’Aquila.

Una parte della giornata sarà dedicata a due progetti europei dedicati alla resilienza e alle strategie di adattamento climatico: il Progetto Life PRIMES e il progetto Europeo Interreg Italia-Croazia RESPONSe a cura, rispettivamente, di Luca Abeti e Silvia Moroni della Regione Marche e di Eleonora Gioia dell’Università Politecnica delle Marche.

La giornata prosegue con testimonianze dal territorio, coinvolgendo in particolare i comuni di San Benedetto del Tronto e di Senigallia per la loro esperienza nell’ambito dei progetti Europei sui cambiamenti climatici, e si conclude con un intervento a cura del Dipartimento della Protezione Civile.

Red/cb
(Fonte: Life Primes)