Fonte archivio sito

Al via la campagna estiva AIB della regione Lazio

In campo 286 organizzazioni di volontariato, 668 mezzi, 7 elicotteri e 700 nuovi volontari di protezione civile abilitati alle operazioni di spegnimento

Una vera e propria flotta formata da 286 organizzazioni di Volontariato (46 FR, 39 LT, 15 RI, 155 RM, 31 VT), 668 mezzi della Protezione civile regionale sarà protagonista della campagna estiva antincendio boschivo AIB nel Lazio, previsto, inoltre, lo schieramento di ben 7 elicotteri (3 a Roma e provincia, 2 a Latina e provincia, 1 a Frosinone e provincia e 1 a Viterbo e provincia) e 700 nuovi volontari formati per le operazioni di spegnimento che entreranno in azione a partire dai primi giorni di luglio.

Le novità
La nuova Campagna estiva AIB 2021 (Antincendio Boschivo) sul territorio regionale sarà attiva dal 15 giugno al 30 settembre e prevede la messa in atto di tre protocolli distinti tra Agenzia Regionale di Protezione Civile del Lazio con Prefettura di Roma e Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile Direzione Regionale Lazio, con il Comando Regione Carabinieri Forestale, infine, con il Dipartimento Sicurezza e Protezione civile di Roma Capitale. Numerose le iniziative messe in campo per la lotta e la repressione degli incendi come ad esempio il potenziamento della Sala Operativa Regionale, del dispositivo dispiegato sul territorio (DOS e squadre AIB), delle strutture di coordinamento (SOR RM, SOP RM, SOP LT), attività di pianificazione dell’emergenza regionale e formazione dei volontari ai fini della specializzazione AIB. Nel periodo di massima pericolosità l’attività del Comando Carabinieri Forestale garantirà l’operatività h24 attraverso la presenza in SOUP (Sala Operativa Unificata Permanente) di proprio personale, rafforzerà la propria organizzazione sul territorio e organizzerà le attività di controllo finalizzate alla prevenzione.

Lavoro di squadra
L’accordo operativo con Roma Capitale stabilisce, infine, che gli incendi che si verificheranno all’interno e sulle pertinenze stradali del Grande Raccordo Anulare saranno di competenza proprio di Roma Capitale, mentre restano esclusi i Parchi Regionali e le Riserve Naturali Regionali dove l’attività di lotta agli incendi resta di competenza dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile. “Nel Lazio – ha detto Carmelo Tulumello, direttore dell’Agenzia Regionale di Protezione civile del Lazio - stiamo facendo un grandissimo lavoro di collaborazione tra Enti locali con la regia della Prefettura di Roma per cercare di contenere gli effetti del fenomeno incendi, un lavoro condiviso e armonico tra tutte le amministrazioni interessate. Si tratta di un fatto culturale ed è necessaria proprio una cultura della prevenzione, oltre che l’adozione dei giusti comportamenti. Un sentito ringraziamento va fin da subito a tutti i volontari che si prodigheranno nelle attività di controllo ed eventualmente di spegnimento degli incendi”.

red/cb
(Fonte: Ufficio stampa Regione Lazio)