(fonte immagine: sito web DPC)

Allerta meteo oggi su Veneto e Emilia. Domani maltempo più intenso sull'Italia

Per la restante giornata odierna è ancora allerta meteo in Veneto e in Emilia Romagna. Domani però il maltempo peggiorerà su tutta la Penisola con precipitazioni intense al nord e al centro-sud, tanto che anche il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un'allerta meteo

L'attuale fase di maltempo sull'Italia vede un'allerta meteo sia in Veneto sia in Emilia Romagna per la giornata odierna. Domani però, le previsioni meteo del Dipartimento della Protezione Civile attendono un peggioramento del tempo, con temporali forti in diverse zone del Paese.

In riferimento alla situazione meteorologica attesa, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile del Veneto ha dichiarato lo Stato di attenzione per rischio idrogeologico sull'intero territorio regionale fino alla mezzanotte di oggi, lunedì 26 agosto, con Stato di pre-allarme a livello locale in caso di temporali. L'allerta meteo è stata emessa sulla base delle previsioni del Centro Funzionale che attendono: "tempo variabile con alternanza di nuvolosità e schiarite più ampie in pianura; saranno probabili precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale; non si esclude la possibilità di qualche fenomeno localmente intenso specie su Prealpi e pianura. Domani probabilità media di precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, anche medio-alta nella seconda parte della giornata".
Il possibile verificarsi di rovesci o temporali localmente anche intensi, potrebbe creare disagi al sistema fognario e lungo la rete idrografica minore. E' anche possibile che si inneschino fenomeni franosi superficiali sui versanti e colate rapide specie nelle zone di allertamento del bacino idrografico dell'Alto Piave, Alto Brenta-Bacchiglione, Adige-Garda e monti Lessini.

In Emilia Romagna è allerta meteo per pioggia e temporali fino alle 17 di oggi: sono previsti temporali su tutto il territorio regionale, a partire dal settore occidentale della regione in estensione poi sul settore orientale. I fenomeni potranno risultare localmente intensi con raffiche di vento associate ai temporali, fulminazioni e non si escludono grandinate. L'allerta meteo descrive i seguenti tra gli effetti possibilmente attesi di questa ondata di maltempo: locali cadute di rami e/o alberi, segnaletica stradale e pubblicitaria, danni alle strutture di pertinenza delle abitazioni (tettoie, pergolato, e similari), impianti o infrastrutture di tipo provvisorio (tensostrutture, installazioni per iniziative commerciali, sociali, culturali, strutture di cantiere, balneari, e similari); localizzati fenomeni di allagamento per incapacità di smaltimento della rete di drenaggio urbano in particolare sottopassi, zone depresse e scantinati; innalzamenti veloci ed improvvisi dei livelli idrometrici del reticolo idrografico minore e dei canali di bonifica, con possibili allagamenti delle aree limitrofe e modesti danni alle opere di contenimento, regimazione e attraversamento; possibili sospensioni dei servizi di erogazione di fornitura elettrica e telefonica a seguito di danni alle linee aeree; fenomeni di scorrimento superficiale di acqua, colate di fango e materiale di altra natura sulle sedi stradali.

Domani il maltempo però peggiorerà sull'Italia e il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un'allerta meteo per condizioni meteorologiche avverse che prevede già dalla serata di oggi, lunedì 26 agosto, precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale su Piemonte e Lombardia, e dalle prime ore della giornata di domani, martedì 27 agosto, attende rovesci e temporali anche su Lazio, Abruzzo, Molise, Campania e sui settori centro-settentrionali di Puglia e Basilicata. Le precipitazioni - che localmente avranno carattere molto intenso - saranno accompagnate da grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.
Si prevedono anche precipitazioni da isolate a sparse, con locali rovesci o temporali, sul resto del nord e sulle restanti regioni centro-meridionali, con quantitativi cumulati deboli. Il bollettino di vigilanza meteorologica del Dipartimento attende anche venti localmente forti da occidente sulla Sardegna settentrionale e da nord sulla costa occidentale; localmente forti da sud sulla Puglia meridionale e da sud-est sulla Sicilia sud-occidentale.


Redazione/sm