Fonte FB Riccardo Gullo

Allerta rossa a Stromboli, isola più presidiata e nuove ordinanze

A seguito di una riunione la Protezione Civile nazionale ha intensificato la presenza sul posto di polizia, vigili del fuoco, Carabinieri e il sindaco di Lipari ha emesso nuove ordinanze in difesa dei cittadini e attivato il Coc

Dopo l'innalzamento all'allerta rossa per attività vulcanica sullo Stromboli sabato 6 luglio è stato deciso di rafforzare il presidio dei corpi dello Stato sull'Isola. 

Aumentati il presidio e i monitoraggi
La decisione è stata presa al termine di una riunione operativa sulle misure per la salvaguardia della popolazione sull’isola. Il Servizio Nazionale della protezione Civile ha infatti stabilito di intensificare la presenza sul posto di personale dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato e Vigili del Fuoco, a supporto del Sindaco e della protezione civile locale. Il giorno precedente, il 5 luglio scorso, poi, la Commission Grandi Rischi, convocata dal Capo del Dipartimento della Protezione Civile Nazionale, ha confermato l’eccezionalità dei fenomeni osservati a Stromboli nei giorni scorsi, che hanno portato all’emanazione dell’allerta rossa e all’attivazione di una fase operativa di preallarme, e ha raccomandato che, nonostante l’apparente attenuazione dei fenomeni nelle ultime ore, si mantenga elevato il monitoraggio, sia per quanto riguarda una possibile evoluzione dell’attività vulcanica, sia per quanto riguarda la possibilità che il materiale vulcanico cadendo in mare provochi un maremoto, come già accaduto a dicembre 2002. 

Ordinanze e attivazione Coc
Sulla base delle raccomandazioni della Commisione il sindaco di Lipari, Riccardo Gullo, domenica 6 luglio ha emesso due Ordinanze - come si legge sulla pagina Facebook del primo cittadino - una per limitare lo sbarco dei turisti giornalieri delle mini-crociere, al fine di ridurre la quantità di presenze “scomposte” sull’isola; l’altra per limitare la presenza di persone sulle spiagge dopo il tramonto quando, con lo scendere del buio, risulterebbe più difficile riconoscere il pericolo proveniente da un’eventuale onda anomala. Inoltre, sull'isola sono stati allestiti due punti informativi, uno al porto e uno nella piazza dell'abitato dove i volontari della Protezione Civile distribuiscono volantini per sensibilizzare la popolazione su quali comportamenti adottare nei casi di emergenza. Il Sindaco ha anche attivato il COC, il Centro Operativo Comunale, che si è riunito per la prima volta sabato 6 luglio a Stromboli durante il quale sono state riportate le informazioni scientifiche raccolte e condivise con la Prefettura le misure attuate e quelle su cui bisogna ancora lavorare. Infine, per prevenzione, sono state allertate le strutture sanitarie e ospedaliere presenti nella città metropolitana di Messina e i sindaci dei Comuni costieri, le prefetture di Palermo, Reggio Calabria, Vibo Valentia e Salerno.

red/cb
Fonte:Dpc, FB Riccardo Gullo)