Foto: Anpas

Alluvione, Galletti visita i cantieri. Ecco i tempi della ricostruzione

Il ministro all’ambiente Gianluca Galletti visiterà i cantieri di Bisagno e Ferreggiano insieme a Roberto Oreficini, coordinatore dell'ufficio rischi idrogeologici della Protezione civile nazionale. Intanto il Comune di Genova annuncia i tempi dei lavori della ricostruzione post alluvioni: terzo lotto al via a a giugno, 4 anni e mezzo di lavoro

Mancano solo poche ore alla visita del ministro all’ambiente nei cantieri per la ricostruzione del post alluvione. Domani, mercoledì 17 febbraio, attorno alle dodici Gian Luca Galletti sarà a Genova insieme al coordinatore dell'ufficio rischi idrogeologici della Protezione civile nazionale, Roberto Oreficini. Insieme prenderanno parte al sopralluogo sui cantieri di Bisagno e Ferreggiano con il governatore Toti, il sindaco Marco Doria, gli assessori regionale Giacomo Raul Giampedrone e comunale Gianni Crivello e il responsabile di #italiasicura Mauro Grassi. La visita sarà preceduta dalla presentazione degli studi della Fondazione Cima sullo stato delle conoscenze degli eventi meteorologici in Liguria (nella sede del Municipio bassa Val Bisagno).
La presentazione delle offerte da parte delle imprese per mettere in sicurezza la copertura del torrente Bisagno da Santa Zita a Borgo Incrociati “è stata rimandata di sole due settimane, dal 22 marzo all'8 aprile” e “per evitare contenziosi è stato modificato un punto del bando". Lo ha spiegato l'assessore ai lavori pubblici Crivello a Palazzo Tursi, in consiglio comunale. "I cantieri del terzo lotto del Bisagno si dovrebbero aprire a giugno 2016” sottolinea.
La durata? “Dovrebbe essere attorno a 54 mesi, 4 anni e mezzo, ma in sede di offerta le aziende potranno offrire una riduzione dei tempi dei lavori". L'assessore conferma inoltre che "il Bruco pedonale davanti a Corte Lambruschini sarà demolito". E' invece “in pieno svolgimento il secondo lotto per il rifacimento della copertura del torrente Bisagno dalla Questura a Santa Zita, il fine lavori è previsto per la primavera 2017" mentre "il fine lavori per realizzare lo scolmatore Fereggiano è rivisto a agosto 2018".

red/gt