foto: ilgiornaledellaprotezionecivile.it_sm

Alluvione Sannio, Curcio: "A nome di tutto il sistema, ringrazio i volontari intervenuti"

Il Capo Dipartimento della protezione civile Fabrizio Curcio ha ringraziato tutti i volontari campani e quelli intervenuti da altre Regioni per far fronte all'emergenza maltempo che ha colpito il Sannio

"Grazie ai volontari di protezione civile, a quelli campani e a quelli venuti nel beneventano da fuori Regione per aiutare le popolazioni colpite. Tutti, a partire dai sindaci dei comuni colpiti, hanno riconosciuto anche oggi la grande professionalità e generosità di questo straordinario mondo".
Così il Capo del Dipartimento della Protezione civile, Fabrizio Curcio, che ieri, al termine del vertice presso la Prefettura di Benevento con i ministri dell'Interno, Angelino Alfano, dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, con il Presidente della Regione, Vincenzo De Luca, i sindaci del beneventano e i rappresentanti delle istituzioni territoriali, ha incontrato alcuni dei volontari e rappresentanti delle altre strutture operative del servizio nazionale di protezione civile che da giorni stanno garantendo il necessario supporto a chi, dal 15 ottobre, sta gestendo l'emergenza determinatasi in seguito all'ondata di maltempo.
"Li ringrazio, a nome di tutto il sistema, perché ogni volta che c'è bisogno loro ci sono, mettendo a disposizione tempo e competenze gratuitamente, con grande passione".
Sta infatti proseguendo senza sosta e sempre concentrato nell'Area di Sviluppo Industriale (ASI) di Benevento, il lavoro dei 220 tra volontari e tecnici che, attivati dal Dipartimento nazionale della Protezione Civile, sono arrivati da fuori Regione con le colonne mobili di Toscana, Umbria, Lazio e con quelle delle organizzazioni nazionali Ana, Anc, Anpas, Anvvf, Misericordie, Modavi, Prociv Arci e VAB.

Infine il Presidente De Luca ha comunicato che gli uffici della Regione sono pronti ad accogliere, secondo la procedura prevista, entro la giornata di lunedì prossimo (oggi per chi legge, ndr)  le relazioni sui danni e le priorità degli interventi che riguardano la prima fase della dichiarazione di stato di emergenza.
"Siamo al fianco dei territori colpiti dall'alluvione e non aspetteremo un minuto di più", ha dichiarato De Luca.


red/pc