foto: Fiammeblu.org

Alta Tuscia 2013: sabato il via

Manca poco per il via alla manifestazione di Protezione Civile che simulerà un terremoto nell'alto viterbese

Prenderà il via alle 5 di mattina l'esercitazione Alta Tuscia 2013, prevista per sabato prossimo, 12 ottobre, in provincia di Viterbo. Nel comune di Acquapendente sarà simulato un evento sismico, con decine di volontari al lavoro per fronteggiare l'"emergenza". La protezione civile scenderà in campo mettendo in atto i protocolli operativi d'intervento sismico, ma senza coinvolgere la popolazione viterbese: sulo su alcune case sarà possibile vedere affissi dei piccoli cartelli, che contengono le indicazioni su come procedere nell'esercitazione per i volontari. L'iniziativa è promossa dal Comune di Acquapendente, dall'Associazione Protezione Civile di Acquapendente Onlus, dal Comitato Locale della Croce Rossa e patrocinata dalla Regione Lazio e dalla Provincia di Viterbo. Una zona questa particolarmente attenta alle esigenze di protezione civile, da tempo impegnata in un forte lavoro di formazione dei volontari, ma anche nota a livello nazionale per l'impegno sociale e ambientale. Acquapendente, fra gli altri, nel 2011 ha vinto il riconoscimento di "Comune Riciclone", primo fra tutti i Comuni italiani per quanto riguarda la filiera di smaltimento dei rifiuti elettronici.
Per quanto riguarda l'organizzazione dell'esercitazione "Alta Tuscia 2013", nello Stadio Comunale sarà allestita la tendopoli, che avrà dei prolungamenti operativi, con stazioni logistiche e per i mezzi anche nel Palazzetto dello Sport e nel parcheggio del Campo Boario. I cittadini potranno vedere lì i volontari al lavoro, a partire dalla mattinata di sabato.

red/wm