(Fonte foto: Alto Adige)

Alto Adige: online nuovo portale e bollettino d'allerta

L’allertamento è un tassello fondamentale della gestione del rischio per gli eventi naturali: tramite l’informazione ci si può preparare e quindi autotutelarsi

Nell’ambito della fiera della protezione civile inaugurata lo scorso venerdì 17 settembre l'assessore provinciale alla protezione civile Arnold Schuler, il direttore dell'Agenzia per la protezione civile Klaus Unterweger e il direttore del Centro funzionale provinciale dell'Agenzia per la Protezione civile Willigis Gallmetzer, hanno messo ufficialmente in funzione online il nuovo Portale di allerta provinciale e attivato il nuovo Bollettino di allerta del Centro funzionale provinciale dell'Agenzia per la Protezione Civile.

L'assessore Schuler: "Il sistema di allerta è fondamentale"
“L’importanza dell’allertamento è stata dimostrata nelle scorse settimane in occasione degli eventi di maltempo”, ha fatto presente l’assessore provinciale Arnold Schuler ricordando che “solo grazie alla buona collaborazione di tutte le persone coinvolte nelle varie fasi, dalla previsione alla valutazione fino alla vigilanza, sono possibili allertamenti mirati e quindi una preparazione adeguata agli eventi pronosticati”, così l’assessore. I cittadini costituiscono un elemento rilevante nella gestione del rischio e, pertanto, per mezzo della sensibilizzazione è possibile incrementare la consapevolezza del rischio. “I sistemi di allertamento, la prevenzione e la gestione controllata dell’evento naturale possono funzionare esclusivamente con l’azione sinergica di tutti i presidi coinvolti”, ha evidenziato il direttore dell’Agenzia per la Protezione civile Klaus Unterweger.

Allerta mirata per misure adeguate
L’allertamento è un tassello fondamentale della gestione del rischio per gli eventi naturali. Infatti, tramite l’informazione ci si può preparare e quindi autotutelarsi. “Tramite il nuovo bollettino di allerta intendiamo migliorare ulteriormente il sistema di allerta in Alto Adige” ha affermato il direttore del Centro funzionale provinciale Willigis Gallmetzer. “Nel nuovo bollettino di allerta la valutazione del potenziale di pericolo degli eventi meteo previsti e degli eventi naturali avviene giornalmente: per il giorno in corso, e per i tre giorni successivi, e può essere consultato da tutti online”, ha fatto presente Gallmetzer. Il livello di allerta è rappresentato con 4 colori differenti a seconda del pericolo: grigio equivale a nessuna valutazione, verde equivale a nessuna criticità, giallo a criticità ordinaria, arancione corrisponde a criticità moderata, e rosso a criticità elevata. Inoltre, vengono presi in esame otto differenti fenomeni meteo: frane e colate detritiche, temporali forti, alluvione, nevicate in fondovalle, valanghe, vento forte, temperature estreme, incendio boschivo: gli aggiornamenti sono consultabili sulla pagina web del Centro funzionale

Previsioni meteo fondamentali per l'allerta
La base per la valutazione è costituita dalle previsioni meteo a cura dei meteorologi dell’Ufficio meteorologia e prevenzione valanghe. Facendo riferimento a tali previsioni gli esperti dell’Ufficio idrologia e dighe, dell’Ufficio geologia e prove materiali, del Servizio prevenzione valanghe e del Servizio forestale valutano il potenziale pericolo connesso con gli eventi naturali. Le valutazioni vengono raccolte presso il Centro funzionale provinciale dove viene predisposto e quindi pubblicato online il Bollettino di allerta che informa autorità e cittadini, organizzazioni di Protezione civile e Forze dell’ordine, nonché i gestori di infrastrutture (trasporti, energia, telecomunicazioni), in modo tale che possano adeguatamente prepararsi. L'Agenzia per la Protezione civile presenta con 6 video gli ambiti trattati: il sistema di allerta provinciale, dalle previsioni al Bollettino di allerta. 

red/gp

(Fonte: Alto Adige)