Altre vittime del mare: 8 migranti morti nel Mediterraneo, 1.397 in salvo

Un’altra giornata di morte nel Mediterraneo. Dodici operazioni di soccorso in una sola giornata: il bilancio è di circa millequattrocento migranti tratti in salvo e di otto vittime. Necessarie evacuazioni mediche

Ennesima tragedia del mare. Sono 1.397 i migranti tratti in salvo ieri nel Mediterraneo centrale in 12 diverse operazioni di soccorso coordinate dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera, a Roma.
Durante le operazioni di soccorso sono stati recuperati anche otto corpi privi di vita. I migranti, che si trovavano a bordo di cinque gommoni, un barcone e sei barchini in legno, sono stati soccorsi dalla nave “Diciotti” della Guardia Costiera, dalla nave “Navarra” inserita nel dispositivo Eunavformed e da unità appartenenti alle Ong Save the Children, Life Boat e Moas.
Sono state inoltre necessarie due evacuazioni mediche in favore di migranti bisognosi di urgenti cure sanitarie. Una donna in arresto cardiaco è stata soccorsa dalla nave “Diciotti” con un elicottero del 2° Nucleo Aereo della Guardia Costiera di Catania con a bordo personale medico del Cisom, mentre due migranti in grave stato di ipotermia sono stati trasbordati su due motovedette partite da Lampedusa.

red/gt