fonte foto: CAI Amatrice

"Amatrice Incoming": nuovo progetto per la rinascita turistica delle zone terremotate

Rilanciare il turismo nelle zone del Lazio colpite dal terremoto: un nutrito gruppo di operatori turistici locali, supportato da enti, associazioni e istituzioni ha dato vita al progetto "Amatrice Incoming", con lo scopo di studiare strategie di accoglienza e comunicative per richiamare i turisti in zona dal momento che "il territorio è già pronto ad accoglierli e a far loro apprezzare le risorse ambientali ed enogastronomiche"

Ha preso ufficialmente vita "Amatrice incoming", una iniziativa che vede protagonisti gli operatori pubblici e privati dei Comuni della Regione Lazio colpiti dal sisma di fine agosto, convinti che possa essere il turismo la leva per la ripartenza economica dell'area.
L'iniziativa è sostenuta da Vivilitalia srl, con il patrocinio di Legambiente, Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga, Federparchi, AITR, Agenzia Regionale Parchi del Lazio, Comuni di Amatrice, Accumoli, Cittareale, del Commissario Straordinario, della Regione Lazio, del CAI Club Alpino Italiano, dell'AIGAE, del MIBACT, dell'ENIT, ecc. e delle Associazioni locali.
Il progetto diventa operativo attraverso l'Associazione "Salaria è", che raccoglie oggi oltre 25 imprese turistiche tra ricettività, ristorazione, produzioni tipiche, guide, ecc., con il supporto del comune di
Cittareale, che si è reso disponibile a fare da punto di riferimento per il nascente Consorzio di operatori turistici e che ha presentato uno specifico progetto a finanziamento regionale rispondendo all'avviso pubblico a favore delle Reti di Imprese tra attività economiche su strada.
Le attività coinvolte nel progetto sono alberghi, ristoranti, bed and breakfast, agriturismi, villaggi ecc che si coordineranno per studiare strategie e iniziative per la prossima stagione (febbraio -marzo 2017): la zona infatti, seppur duramente colpita, è ancora oggi di grande attrattività per chi ama l'escursionismo, le passeggiate a cavallo, il cicloturismo, il trekking, le degustazioni ecc. Si vogliono quindi mettere in campo iniziative finalizzate a favorire una maggiore integrazione e fruibilità delle risorse, ma soprattutto si punterà sulla comunicazione, con la realizzazione di un portale web e lo sviluppo di proposte turistiche integrate.
Il presidente Emidio Gentili, operatore turistico locale e presidente di "Salaria è", ha evidenziato come "il territorio sia già pronto ad accogliere i turisti e a far apprezzare le risorse ambientali ed enogastronomiche". Al contrario di quanto si possa pensare, molte imprese turistiche dell'Alta Valle del Velino e Terre di Amatrice, seppur con alcune limitazioni, non hanno mai smesso di offrire i loro servizi"
Il sindaco di Cittareale Francesco Nelli ha sottolineato l'importanza dell'iniziativa per far ripartire un territorio che negli ultimi tempi evidenziava già segnali importanti di crescita e sviluppo turistico, e che vuole trovare in questo momento di disagio motivazioni ancor più forti per veicolare all'Italia e al mondo le peculiarità turistiche dell'area.
E, in attesa del nuovo portale web, è già attivo l'indirizzo mail info@amatriceincoming.it per rimanere aggiornati sull'iniziativa e reperire informazioni sul territorio.

red/pc