fonte foto:Andrea_Ballandi

Andrea e i Pedalalenta, sempre in pista per il Nepal

Lo aveva promesso a sé stesso prima di tutto e poi a tutti coloro che ha incontrato quando è tornato a casa da quello che doveva essere il viaggio più bello della sua vita: memorabile lo è stato certamente, ma forse non come lo aveva immaginato. Andrea era in Nepal quando il terremoto ha squarciato le città, inghiottito le genti, sepolte sotto le macerie, sotto le frane, sotto le nevi dell'Everest. Lui invece ce l'ha fatta ed è tornato a casa sano e salvo. Ma con un pensiero fisso: aiutare che è rimasto.

25 aprile 2015: forse non tutti ricordano la data ma indubbiamente nessuno ha dimenticato il terrificante terremoto che quel giorno ha devastato il Nepal. Magnitudo 7.8, più di 8 000 morti, fra i quali 4 italiani. Fra le città rase al suolo, la capitale Kathmandu e alcuni dei suoi edifici secolari, tra i quali la torre Dharahara, nella piazza Durbar, patrimonio dell'umanità dell'UNESCO. Una valanga, innescata dal sisma sul monte Everest, a circa 220 km ad est dell'epicentro, ha ucciso almeno 17 persone.
Come i nostri lettori ricorderanno, abbiamo cercato di dare voce alle tante iniziative benefiche pro-Nepal che si sono succedute nel tempo: fra queste, quella di Andrea, che proprio il 25 aprile dello scorso anno si trovava in Nepal a compiere "il viaggio della vita", per festeggiare il suo 25esimo anniversario di matrimonio  (qui la video intervista rilasciata al nostro giornale) Una vacanza con un esito davvero imprevisto quella di Andrea e della moglie Chiara, che ha segnato entrambi profondamente. Sono tornati in Italia sani e salvi, ma hanno deciso di non voler dimenticare ciò che hanno visto e le persone che hanno lasciato là, nella più totale disperazione.
Oggi Andrea lancia un ultimo appello, che riportiamo qui a seguire:


Cari amici,
sono Andrea Ballandi, ero in Nepal a festeggiare i miei 25 anni di matrimonio con mia moglie , quando è successo il terribile terremoto del 25 aprile 2015. Come Vi avevo promesso ho cercato di organizzare degli aiuti concreti sul territorio nepalese grazie all'amico Roberto Boesi, per 14 anni cooperante in quel paese.

Vi ringrazio per la visibilità che ci avete riservato in passato, Vi chiedo l'ultimo sforzo, se potete, per aiutarci a promuovere l'iniziativa che faremo a Castel Maggiore (BO) domenica 28 febbraio 2016 presso la Baita della Polisportiva Progresso Via Lirone 46 (vedi volantino a fianco).
Sarà l'ultima iniziativa delle tante che abbiamo fatto, per raccogliere i fondi e terminare il nostro progetto, con la costruzione di una piccola scuola a Karmidanda, un paesino nel distretto di Rasuwa in Nepal. Ci proveremo insieme ai nostri amici tedeschi dell'associazione non governativa Walk Along, vedrete che piano piano ...ci riusciremo!
Sulla pagina facebook del nostro gruppo dove potrete trovare tutti i resoconti dei nostri interventi e delle nostre iniziative, i soldi spesi e quelli incassati, il tutto rendicontato con la massima trasparenza:
https://www.facebook.com/groups/aiutiamoilnepal/
Di seguito i post dei nostri interventi in loco, sperando di potervi annunciare quanto prima il progetto della costruzione dell'edificio scolastico!!
Grazie ancora per il Vostro aiuto.


Andrea Ballandi


Lavagne - post di Roberto 8/8
In questi giorni il nostro amico Shiva ha consegnato le lavagne che abbiamo acquistato...piano piano...poco poco...ma ci proviamo a pensare a loro...e so per esperienza che in tanti saranno felici di aver ricevuto queste lavagne, non sempre è importante cosa...ma il solo ricevere rende vivi...così come il donare rende vivi allo stesso modo.... Non si può rendere tutto dalle immagini, ma in un villaggio remoto ricevere qualcosa dall'esterno...porta un sorriso...e una speranza...questo è anche un po' ciò che piace a noi...bacissimi..


Banchi - post di Roberto 27/8

Qualche banco è arrivato finalmente nella scuola di Bhalaya danda ...una tra quelle alle quale avevamo
consegnato le lavagne...forse domani arriveranno anche altre fotografie, Jhabraj mi ha detto che domani chiede ai colleghi di usare i loro cellulari a scuola...tanti giorni di pioggia hanno rallentato tutto...non siamo a Kathmandu e la vita ha altre tempistiche rispetto alla nostra...perciò bisogna portare pazienza...ma adesso qualcosa è arrivato...dai Andrea che piano piano ci arriviamo...eh eh...e settimana prossima la clinica di Karmidanda...la macchina per l'ossigeno e le medicine...Rabindra Thakuri si occuperà di tutto...eh eh...forza un pò...che piano piano tutto torna...strano vedere queste fotografie...le panche messe li con i bambini che ci camminano sopra...Nepal...il ragazzo che cammina sulla panca...mi fa molta tenerezza...chissà cosa pensa...namaste a tutti...

Clinica
-  post di Roberto
29/8
Ciao a tutti, vi informo che stiamo intervenendo per l'acquisto di una macchina per l'ossigeno alla Clinica del villaggio di Karmidanda, Rasuwa District, Nepal. Insieme alla macchina forniremo anche delle medicine e del materiale medico per la stessa clinica di cui vi allego la lista della "spesa" appena giratami.....e vai così...



red/pc