Attenzione alle valanghe
Rischio sull'arco Alpino

Le condizioni meteo favoriscono il distaccamento di masse nevose: da ovest a est, le Alpi a rischio

Il pericolo valanghe sale a marcato in Valle d'Aosta, Trentino Alto Adige, Piemonte, Friuli Venezia Giulia e su parte delle Alpi lombarde e liguri, mentre resta moderato sul resto della Penisola. E' quanto rende noto Meteomont, servizio del Corpo Forestale dello Stato e delle truppe alpine. In particolare, tutto il Piemonte continua ad essere interessato da precipitazioni nevose a partire dai 1000 metri, che hanno incrementato lo spessore del manto di circa 10 - 40 centimetri a seconda della quota. Proprio a causa dell'aumento della neve fresca, sono possibili scaricamenti visto l'equilibrio precario del manto nevoso con gli strati sottostanti.

Il pericolo valanghe è in generale moderato su tutta la Lombardia, mentre sale a marcato sulle Alpi Orobiche
per possibili distacchi spontanei provocati con un debole sovraccarico come il passaggio di un singolo sciatore o escursionista. Debole, invece, sull'Appennino pavese. Pericolo localmente marcato anche alle alte quote delle Alpi liguri a causa delle nevicate in corso che si stanno depositando su strati non ben consolidati. Il pericolo scende a moderato sull'Appennino pistoiese, mentre è debole sui restanti comprensori. Generalmente moderato il pericolo valanghe anche in Veneto, dove i nuovi apporti di neve fresca determineranno una progressiva ripresa dell'attività di valanghe spontanee con scaricamenti e piccole/medie valanghe a debole coesione nel corso della giornata.


Moderato l'allarme valanghe anche sull'Appennino Emiliano romagnolo e alle alte quote dell'Abruzzo settentrionale dove consistenti precipitazioni nevose potrebbero insistere nelle prossime ore. E' debole, invece, nel resto delle aree montane della Penisola a tutte le quote e a tutte le esposizioni. Ad ogni modo il Corpo forestale dello Stato invita ad informarsi sempre sulle condizioni meteo e sull'eventuale pericolo valanghe prima di recarsi in montagna. Si può sciare in sicurezza sulle piste battute e segnalate, dove però si consiglia di evitare il fuori pista sui pendii che dominano le piste da sci, di moderare la velocità in base alle proprie capacità tecnico sciistiche e di rispettare la segnaletica presente. Portare sempre al seguito pala, sonda e artva indossato, acceso e in modalità di trasmissione.

Red.