Bari, Festival dell'Acqua: quattro giorni dedicati alla risorsa più preziosa del pianeta

Ha avuto inizio ieri e durerà fino a mercoledì 11 ottobre a Bari il "Festival dell'Acqua", una quattro giorni densa di appuntamenti, eventi, manifestazioni artistiche e culturali tutti incentrati sul tema della conoscenza e della salvaguardia di uno dei beni più preziosi per l'uomo: l'acqua

Blue-circular economy, nuove tecnologie, accessibilità e sviluppo sostenibile, esperti nazionali e internazionali, rappresentanti del Governo, attori, musicisti e filosofi. Tutto questo è il "Festival dell'Acqua", ideato e promosso da Utilitalia (la Federazione delle aziende che si occupano di acqua ambiente e energia), in collaborazione con Acquedotto pugliese (AQP), in programma a Bari dall'8 all'11 ottobre. Un'occasione per confrontarsi sulle risorse idriche del Pianeta, disponibilità e accessibilità, siccità e alluvioni, nuove tecnologie e tematiche sociali, ma anche spettacoli ed incontri culturali. Fra le tante personalità coinvolte nel festival: Michele Mirabella, Luca Mercalli, Sergio Rubini e Luciano Canfora. Patrocinato dal Ministero dell'Ambiente, Regione Puglia, Comune di Bari, Unesco Wwap, dalle maggiori associazioni mondiali ed europee del settore (IWA International Water Association ed EUREAU) e da Apulia Film Commission il Festival è realizzato grazie al coinvolgimento dell'Università di Bari "Aldo Moro" (sede principale del Festival), di Legambiente Puglia, dell'Accademia delle Belle Arti, della Biblioteca Nazionale di Bari, e dell'Associazione Idrotecnica Italiana.
L'edizione 2017 del Festival vede lo straordinario gemellaggio con il Music Festival "L'Acua in testa" che nei due giorni precedenti (sabato 7 e domenica 8) ha programmato eventi musicali di portata internazionale: Tony Allen e Yassin Bey.
Nelle tre passate edizioni (Genova 2011, L'Aquila 2013 e Milano Expo 2015) il Festival ha coinvolto complessivamente 429.000 visitatori, 14.800 studenti, proponendo 98 sessioni tecnico-scientifiche e 94 eventi culturali legati al tema dell'acqua.

Coinvolte negli approfondimenti convegnistici e seminariali a Bari, i rappresentanti di oltre 500 aziende associate ad Utilitaria e centinaia di soggetti istituzionali, scientifici e tecnici, che a diverso titolo si occupano dei Servizi idrici e di pubblica utilità.

Tra le presenze di rilievo previste nei giorni delle conferenze del festival, tra i protagonisti: il viceministro dell'Economia Enrico Morando, il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il sindaco di Bari e presidente di ANCI, Antonio Decaro, il Coordinatore del World Water Assessment Programme dell'Unesco Stefan Uhlenbrook, il Ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno Claudio De Vincenti, il Presidente dell'International Water Association Diane Darras e il Presidente della Società Italiana di Meteorologia Luca Mercalli.
In programma sessioni tematiche sull'Agenda delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile al 2030, sul diritto all'acqua e sul Mediterraneo, dibattiti sui cambiamenti climatici e sugli effetti legati alla siccità e alle alluvioni e sulla "blue-circular economy", con il riuso delle acque e la nuova vita dei fanghi di depurazione per la valorizzazione energetica.
Tra i temi che saranno affrontati durante le attività e gli approfondimenti, il valore dell'acqua come risorsa pubblica e la necessità di non sprecarla, il riutilizzo delle acque meteoriche per irrigare le aree a verde delle città, lo spreco, impiego non corretto dell'acqua dell'acquedotto ad es. per  riempimento di piscine o per svolgere attività industriali, le piccole azioni su scala locale che possono incidere sul contesto globale, la depurazione.
Ampio spazio sarà dedicato alle soluzioni tecnologiche più innovative, al monitoraggio, alla banda larga e ai satelliti, al mondo delle start-up nel settore idrico e alla dissalazione.

Al ciclo di incontri e di riflessioni si affianca un ricco programma di manifestazioni artistiche e culturali oltre a laboratori didattici e incontri per le scuole di ogni ordine e grado. A parlare del tema dell'acqua al pubblico e ai ragazzi delle scuole saranno, sotto varie sfaccettature, l'attore Sergio Rubini, il saggista Luciano Canfora, il professore Giorgio Ieranò, il professor Michele Mirabella.


red/pc