(fonte foto: MinAmbiente)

#BastaAmianto: la petizione supera le 55mila firme. Costa assicura l'impegno del governo

Presentate ieri simbolicamente a Montecitorio le 55mila firme raccolte dalla petizione online #BastaAmianto. Conte " Iniziativa importante che come ministero abbiamo posto al centro della nostra azione di governo"

Il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa ha partecipato alla consegna simbolica delle 55mila firme raccolte dalla petizione online #BastaAmianto che chiede di ripristinare sia gli incentivi fiscali per la bonifica della coperture sia quelli dedicati a chi produce energia pulita attraverso l'installazione di impianti fotovoltaici.

"Accolgo con piacere le firme raccolte dalla petizione #BastaAmianto - ha commentato il Ministro -  Iniziativa importante e che ha coinvolto migliaia di cittadini su un tema importantissimo e che come ministero abbiamo posto al centro della nostra azione di governo. Sostituire tetti con pannelli fotovoltaici ha la doppia valenza di ridurre la contaminazione da amianto e sviluppare una coscienza e una sensibilità verso le energie rinnovabili. Su questo quindi ci sarà il nostro impegno ma non basta. La cabina di regia sull'amianto valuterà anche il tema, altrettanto importante, dello smaltimento. L'Italia ha un enorme deficit su questo e camion carichi di amianto percorrono il Paese per trovare discariche al nord o all'estero. Serve una riflessione profonda che tenga conto anche delle più moderne tecnologie inerenti l'intertizzazione e la messa in sicurezza".

Questo il testo della petizione proposta da Annalisa Corrado e  indirizzata ai ministri Luigi Di Maio (sviluppo economico) e Sergio Costa (ambiente):
"A 26 anni dalla messa al bando dell'amianto, le stime relative alla presenza di questo killer silenzioso, come anche quelle relative alle conseguenze dell'esposizione, sono agghiaccianti:
- oscillano tra 32.000.000 e 40.000.000 le tonnellate di manufatti contenenti amianto diffusi sul territorio,
- sono 75.000 gli ettari in cui c'è una accertata contaminazione,
- si stimano tra 1 e 2,5 miliardi di metri quadri di coperture in amianto su capannoni, strutture, edifici pubblici e privati,
- sono migliaia gli edifici pubblici che ancora "ospitano" elementi edilizi in amianto,
- si contano tra 3.000 e 6.000 morti ogni anno, per malattie causate dall'esposizione (mentre la percentuale di persone che si ammalano senza aver avuto una esposizione di tipo professionale è in aumento).


Di fronte a questa situazione drammatica chiediamo che sia ripristinato lo strumento più efficace che sia mai stato attivato per consentire la bonifica di tetti e coperture in amianto, soppresso improvvisamente nel 2012: cioè quello di legare un extra-incentivo per la bonifica della copertura agli incentivi dedicati a chi produce energia pulita attraverso l'installazione di impianti fotovoltaici".

La petizione #BastaAmianto ha raccolto ad oggi 55.137 firme e si pone l'obietivo di arrivare a 75.000.
Questo il link per aderire.


red/pc