Riccardo Bedrone, Presidente Comitato Promotore Protec

Bedrone: "Studiare il consumo del suolo limita gli effetti delle catastrofi"

VIDEO. Intervista all'architetto Riccardo Bedrone, Presidente del Comitato Promotore di Protec. Nella prima parte una presentazione dei lavori del comitato e un approfondimento dei temi che verranno proposti durante PROTEC. Nella seconda il punto su un problema definito "prioritario": capire lo sviluppo delle città e il consumo del suolo in relazione all'aumento della popolazione

L'architetto Bedrone spiega al ilgiornaledellaprotezionecivile.it da chi è composto il Comitato Promotore e qual è il metodo di lavoro utilizzato per la valorizzazione delle diverse competenza e la scelta dei temi da trattare. Dalla creazione del comitato fino alla scelta di creare l'evento, Bedrone illustra i due anni di lavoro che stanno portando alla definizione del programma dei convegni che sarà al centro di PROTEC, il primo Salone delle Tecnologie e dei Servizi per la Protezione Civile e Ambientale, in programma dal 30 giugno al 2 luglio al Lingotto Fiere di Torino.

Nella seconda parte viene invece messo a fuoco un altro tema che, secondo Bedrone, rappresenta un problema da non sottovalutare: lo sviluppo degli insediamenti urbani. Il consumo del suolo, definito "spaventoso", va analizzato - sostiene Bedrone - per capire in che modo si stanno sviluppando le città e per cercare di comprendere come, di fronte al prevedibile aumento della popolazione, è possibile prevenire - utilizzando i piani di protezione civile comunali - "che un'eccessiva concentrazione di persone renda drammatica ogni catastrofe ambientale che possa manifestarsi sul territorio."




Intervista a Riccardo Bedrone- Prima parte




Intervista a Riccardo Bedrone - Seconda Parte




Enzo Voci
 

Riccardo Bedrone è nato a Torino nel 1946, si è laureato nel 1972 e dal 1976 è iscritto all'Albo degli Architetti di Torino. Dal 2001 è Presidente del Consiglio dell'Ordine degli Architetti PPC di Torino, dopo esserlo già stato 1996 al 1998. È stato inoltre, dal 1997 al 1999, Presidente della Federazione regionale degli Ordini degli Architetti.
È professore associato di Tecnica e pianificazione urbanistica, dove svolge gli insegnamenti di "Politiche urbane e territoriali in Italia e in Europa" e del laboratorio "Il progetto di urbanistica", presso la Facoltà di Architettura 2 di Torino. È inoltre docente ai Master del COREP-Politecnico di Torino.
Ha presieduto la sezione italiana dell'UIA (Unione internazionale degli architetti) presso il Consiglio nazionale degli architetti ed è stato presidente del Comitato organizzatore del XXIII Congresso mondiale di architettura dell'UIA, che si è svolto a Torino nel 2008. Attualmente è direttore responsabile della rivista "TAO".