Black out a Rho: esercitazione per mettere in luce le criticita'

Nel Comune milanese, assieme ad un territorio più ampio, è stata simulata un'interruzione dell'energia elettrica. Un banco di prova importante che da certezze anche in vista dell'EXPO 2015

Un black out che lascia la Lombardia al buio, in uno dei territori più "assetati" di energia. E' lo scenario previsto - e affrontato con successo dai volontari - nell'esercitazione di Protezione Civile organizzata il 18 novembre a Rho, in provincia di Milano. Lo scenario ha previsto un improvviso taglio dell'energia a Milano, Pero e in parte anche a Rho, quarto comune per dimensione dell'interland milanese.
Messi alla prova, duramente, i flussi di comando fra i vari "attori" dell'emergenza, dalla Prefettura ai Comuni, fino all'operato dei singoli volontari sul territorio. Una vera e propria "prova del nove" in occasione dell'EXPO 2015, che sarà un evento impegnativo anche dal punto di vista della Protezione Civile. Tantissimi gli scenari dal prevedere, anche alla luce di un flusso di visitatori che farà lievitare la popolazione Lombarda di diversi milioni di presenze, per tutta la durata della esposizione universale.
A Rho il Sindaco ha l'Unità di Crisi Locale (UCL), non appena è scattata l'ora "X" dell'inizio della simulazione di black out. Dalla sala operativa comunale sono iniziate le prime comunicazioni con le altre autorità competenti, segnalando l'evolversi degli eventi e delle necessità, coordinando gli interventi delle squadre operative comunali e dei volontari, che hanno avuto anche il compito di informare la popolazione. Di importanza fondamentale, vista l'interruzione di corrente, la maglia radio messa in campo dalle varie realtà pubbliche e amatoriali che prestano la loro opera nel caso di catastrofi o eventi di Protezione Civile: i collegamenti in questi frangenti sono più che mai importanti, e una "falla" nella linea di comando e comunicazione può portare a conseguenze difficilmente affrontabili.
In sala operativa si sono confrontati il Sindaco - principale autorità di Protezione Civile con competenza sul territorio comunale - con il Comandante della Polizia Locale, i responsabili dell'Associazione di Protezione Civile convenzionata e i rappresentante delle Forze dell'Ordine presenti nel territorio comunale.
Il Sindaco di Rho, Pietro Romano, al temine dell'esercitazione ha dichiarato: "Le esercitazioni della protezione civile sono un momento fondamentale per verificare le dinamiche legate alle situazioni di crisi, perché si possono sperimentare procedure riferite ad uno scenario reale ma non di emergenza, come in questo caso. Servono a mettere in luce punti di forza e debolezze e ad elaborare sistemi interoperativi per affrontare le criticità e superarle."


Red/wm