Giulio Amoruso

Bologna: cercasi Giulio disperatamente. Nessuna traccia di lui dal 20 gennaio

Lo stanno cercando parenti e amici dal 20 gennaio scorso, ma nessuna traccia di Giulio Amoruso, 42enne, originario di Molfetta e residente a Bologna, uscito di casa nonostante la febbre alta, senza abiti pesanti e mai rientrato

E' stata Caterina Carrieri, vicina di casa e amica di sempre, a capire che c'era qualcosa che non andava nella scomparsa di Giulio Amoruso, 42 anni, originario di Molfetta ma residente a Bologna, dove lavorava da tempo.
"La sera prima, sabato 19 gennaio, ero andata in casa di Giulio per portargli alcuni farmaci - ci spiega Caterina al telefono - stava male da giovedì, si era preso una di quelle influenze pesanti con virus gastro-intestinale e febbre alta. Impensabile uscire di casa in quelle condizioni, ecco perchè ero andata io in famacia per lui".

Cinque giorni dopo un collega di Giulio suona alla porta di Caterina: "Sto cercando Giulio, sono 5 giorni che non si presenta al lavoro, non ha avertito dell'assenza nè ha inviato documenti, siamo preoccupati".

Caterina ha le chiavi di casa e si precipita a controllare: in casa non c'è nessuno ma sembra che Giulio sia uscito senza abiti pesanti: giubbotti e cappotti sono infatti al loro posto. Come può essere uscito con abiti leggeri se stava così male?
Da quel momento Caterina non si dà pace: avvisa amici e genitori, chiama ospedali, obitorio, aeroporto, stazioni ferroviarie, ma nessun indizio che porti a Giulio.
Quindi, insieme ad altri due amici, presenta la denuncia di scomparsa: i genitori di Giulio le hanno dato piena delega.
Caterina è in grande ansia, non si capacita per questa incomprensibile scomparsa, Giulio pare non fosse il tipo da scomparire volontariamente senza lasciare tracce. Chiunque avesse notizie può contattare Caterina al numero: 3468388604.



Patrizia Calzolari