(fonte: bolognatoday.it)

Bologna: incendio alla stazione Santa Viola. Renzi ''atto di sabotaggio''

Un incendio ha interessato questa mattina all'alba i cavi di trasmissione dati della stazione Santa Viola di Bologna. Sembra che si tratti di un atto doloso. La Procura indaga. Per Lupi è un atto terroristico, per il premier Renzi invece si tratta di "sabotaggio e non terrorismo"

Caos nella stazione Santa Viola di Bologna: diversi incendi hanno interessato alle 5 di questa mattina i cavi di trasmissione dati per la gestione del traffico. La Procura di Bologna ha aperto un'inchiesta sull'accaduto. L'ipotesi più plausibile è che gli incendi siano di natura dolosa, ma al momento non sono state ancora formulate ipotesi di reato in attesa dell'informativa relativa ai fatti. Le indagini, affidate alla Digos, sono coordinate dal procuratore Roberto Alfonso. I pozzetti della linea alta velocità dati alle fiamme sarebbero quattro.

Gli incendi hanno causato ripercussioni sul traffico ferroviario, con cancellazioni e ritardi fino a due ore della linea alta velocità Bologna-Milano e convenzionale Bologna-Piacenza, Bologna-Verona e, solo nella fase iniziale, Bologna-Porretta.

Rai News riferisce che su un muretto vicino alla massicciata ferroviaria della stazione di Santa Viola a Bologna sono state trovate due scritte vergate con bombolette spray di contenuto 'No Tav', ed il Ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti, Maurizio Lupi, attacca il movimento riferendo che "si è verificato purtroppo ciò che temevo, un nuovo atto terroristico con la Tav, questo e non altro è l'incendio doloso di questa mattina a Bologna. Ma non ci fermeranno nella strada di innovare e cambiare l'Italia. Colpiscono l'alta velocità che è il simbolo chiaro di questo cambiamento. La loro nuova strategia, l'attacco al treno di Italo a Ostiense, a quello del Tgv a Vercelli e poi i due atti incendiari di Firenze e Bologna sono il segno evidente di un attacco di stampo terroristico che mira a creare disagi ai cittadini e tensioni sociali al solo scopo di fermare l'Italia del cambiamento: dall'alta velocità al jobs act. La storia del nostro Paese dice che simili tentativi sono già stati sconfitti e isolati. Far vivere nel timore e nella paura le persone comuni è la più grave forma di corruzione del vivere civile. Ma la loro è un illusione, noi andremo avanti con ancora più forza e serietà".

Più cauto invece il premier Matteo Renzi che parla di "sabotaggio e non terrorismo" e sottolinea come al momento "stiamo monitorando la situazione, non è il primo caso, era accaduto qualcosa di analogo nei giorni scorsi, anche se meno impattante. Per rispetto di chi sta indagando non voglio dire altro. Voglio rassicurare tutti gli italiani, perché non vogliamo rievocare parole del passato. E' evidente che si verificando il sabotaggio di alcune realtà legate all'Alta velocità. Comunque, ripeto, stiamo verificando, monitorando e controllando tutto quello che è accaduto".

Il Sindaco di Bologna, Virginio Merola, invia una nota in cui dichiara come "l'incendio doloso che ha interessato alcuni impianti della stazione di Santa Viola sia un atto grave e preoccupante. Ricorrere a danneggiamenti e creare disagi a migliaia di utenti delle ferrovie è una strategia di sabotaggio da rigettare e mi auguro che gli autori di tali gesti, che nel corso delle ultime settimane hanno creato problemi al nostro Paese, siano identificati e assicurati alla giustizia quanto prima".


Redazione/sm