Sopralluogo a Campodazzo (BZ): da sin. il presidente Kompatscher, l'assessore Schuler, il presidente dei Vigili del fuoco volontari Gapp (fonte foto: provincia Bolzano)

Bolzano: cordoglio per il Vvf ucciso dalla frana. La peggiore precipitazione degli ultimi 30 anni

Oggi il pensiero è andato principalmente a lui, Alexander Mayr, 39 anni, comandante dei Vvf volontari di Campodazzo, morto ieri in servizio a causa di una frana, mentre operava per arginare i danni delle piogge che hanno colpito l'Alto Adige, le più violente da 30 anni con chicchi di grandine del diametro di 10 cm

"La più forte precipitazione registrata negli ultimi trent'anni nella zona, un fenomeno imprevedibile causato da una cellula temporalesca che si è stabilizzata sulla zona e che ha causato una frana che è scesa a più riprese intorno alle ore 19 di ieri, domenica 31 agosto, tra Prato Isarco e Campodazzo al km 447 + 600 della SS 12 presso il Rio Castro. La strada statale SS12 è stata invasa da circa 2.500 mq di materiale ed è stata questa frana a causare l'incidente mortale al comandante Alexander Mayr. A causa del maltempo sono state inoltre interrotte le strade provinciali della Val Sarentino a Vanga, quella che da Prato Isarco conduce a Fiè (nella zona del Gasthof Faust) e la strada provinciale per Tires. In due ore nella zona di Renon, San Genesio, Fiè e Tires sono caduti circa 70 mm di pioggia per metro quadrato, oltre ad una forte grandinata con chicchi che hanno raggiunto i 10 cm di diametro".

E' questa la situazione illustrata questa mattina a Bolzano nel corso di una conferenza stampa presso il Centro della Protezione civile, convocata a seguito del maltempo che la scorsa notte in Alto Adige ha causato molti danni e la morte del comandante dei Vigili del fuoco volontari di Campodazzo. Il presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher, ha aperto la conferenza stampa  esprimendo il suo profondo cordoglio per la scomparsa del comandante e ha porto le proprie condoglianze alla moglie Patrizia ed ai tre figli Anna, Lukas e Tobias.  Kompatscher ha inoltre ringraziato a nome dell'intera Giunta gli uomini della Protezione civile per il notevole impegno profuso per proteggere la popolazione, impegno che sta continuando   per lo sgombero dei detriti e la riattivazione delle arterie stradali. La SS12 potrà essere riaperta al traffico entro tre gironi mentre le strade provinciali dovrebbero essere nuovamente transitabili entro la giornata odierna.

Questi i dati forniti dalla Provincia relativi all'eccezionale evento meteorologico:

Precipitazioni a livello provinciale
Nelle Dolomiti e in Val Pusteria sono caduti, come previsto, per diverse ore circa 20-30 mm di pioggia. Dai grafici allegati forniti dall''ufficio idrografico, il totale delle precipitazioni e le celle temporalesche nella zona interessata sono chiaramente visibili. Un temporale localizzato come quello nella zona di Campodazzo può essere previsto solo a breve termine.

Interventi
Dalle ore 18 alle ore 24 del 31 agosto sono stati registrati 130 allarmi nella centrale di emergenza, di cui 87 per i vigili del fuoco e 43 per il servizio di emergenza. 78 allarmi erano diretti per i vigili del fuoco volontari del distretto I, 9 per il resto della provincia.
Nel distretto I sono intervenuti i seguenti corpi volontari: VVF Bolzano, VVF Campodazzo, VVF S. Genesio, VVF Cardano, VVF Castelrotto, VVF Laives, VVF Longomoso, VVF Longostagno, VVF Soprabolzano, VVF Sarentino, VVF Siusi, VVF S. Paolo, VVF Terlano, VVF Umes, VVF Auna di Sotto, VVF Fiè, VVF Aica di Fiè, VVF Ponte Gardena, VVF Vanga, VVF Selva Gardena. Inoltre erano presenti anche il Corpo permanente dei vigili del fuoco, la Croce bianca, il soccorso acquatico, il Supporto umano nell'emergenza, i Carabinieri e i servizi comunali e provinciali. Fino alle ore 23 del 31 agosto sono stati eseguiti circa 10 interventi da parte dei Vigili del fuoco permanenti di Bolzano.


red/pc

(fonte: Provincia Bolzano)