Fonte sito città di Venezia

Bomba day, a Mestre tutto pronto per il disinnesco

Domenica 25 ottobre a partire dalle sei di mattina inizierà l'evacuazione di persone, animali e auto dall'area del ritrovamento dell'ordigno bellico inesploso 

In seguito al ritrovamento di un ordigno bellico a Mestre, domenica 25 ottobre, saranno effettuate le misure di disinnesco. Per questa occasione il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha firmato un’ordinanza per la tutela dell’incolumità pubblica. La bomba risalente alla Seconda guerra mondiale rinvenuta nel sottosuolo di un’area di cantiere in via Torino a Mestre, verrà rimossa a cura degli artificieri del 8° Reggimento Genio Guastatori Paracadutisti Folgore di Legnago e del Gruppo Operativo Subacquei Nucleo Sdai di Ancona della Marina Militare.

Il provvedimento ordina a partire dalle ore 6 lo sgombero totale di persone, animali e beni mobili in un’area di sicurezza del raggio di 468 metri dal punto di rinvenimento dell’ordigno. Le operazioni dovranno concludersi entro le ore 6 e 45 e la zona resterà interdetta fino al termine della procedura di disinnesco.

Sarà quindi prevista l’evacuazione delle persone presenti all’interno degli immobili individuati. Gli organi di Polizia saranno autorizzati a vietare l’accesso e a dirottare il traffico veicolare e pedonale per consentire le operazioni di sgombero e garantire la successiva interdizione dell’area di pericolo.

Per consultare il testo integrale dell'ordinanza:

Red/cb
(fonte: Città di Venezia)