Fonte ansa

Brucia il Sud dell'Australia

Già 12000 ettari andati in fumo nello stato del Victoria, oltre 900 vigili del fuoco impegnati

Un migliaio di pompieri australiani combatte decine di incendi boschivi nel sud dell'isola-continente australiano, che sta vivendo l'estate più calda da quando ci sono le statistiche sulle temperature. Le ondate di calore hanno fatto registrare spesso temperature superiori ai 40 gradi.

Decine di residenti, fra le centinaia di evacuati dalle cittadine che circondano il parco statale di Bunyip, temono di aver perduto le loro case fra le fiamme. Più di 30 incendi continuano ad ardere in condizioni definite catastrofiche dalle autorità, attraverso la Latrobe Valley e a est fino all'Alpine National Park.

Fulmini senza pioggia durante il weekend hanno appiccato diversi incendi nel grande parco di Bunyip, 65 km a est di Melbourne, incenerendo oltre 12.000 ettari e distruggendo numerose abitazioni: per il momento non si registrano vittime.

Circa 900 vigili del fuoco continuano a combattere le fiamme, con il supporto di 15 aerei cisterna. Si prevede che il forte caldo e il vento continueranno almeno fino a mercoledì, quando la pioggia dovrebbe venire in aiuto dei pompieri.

Andrew Crisp, funzionario della Protezione Civile, nello stato di Victoria, ha detto che la crisi non è finita, anche se oggi, lunedì 4 marzo, “la temperatura più bassa è stato un bene per i vigili del fuoco esausti”.

Red/cb
(Fonte: ANSA)

P { margin-bottom: 0.21cm; }