Campagna antincendi, presentata oggi la flotta aerea dello stato

Più mezzi a disposizione e particolare attenzione nello schieramento dei mezzi in vista della stagione calda

È stata presentata oggi all'aeroporto dell'Urbe di Roma la flotta aerea dello Stato, coordinata dal Coau - Centro Operativo Aereo Unificato - del Dipartimento della Protezione Civile: quarantatrè mezzi totali, quattro in piu' rispetto allo scorso anno, di cui 15 canadair, 4 elicotteri Erickson S64 Air Crane e 10 Fire Boss, insieme a elicotteri di media o grande portata (Chinook CH47, AB412, AB212, AB205 e NH500) delle diverse componenti del sistema della Protezione Civile (dalla Marina Militare all'Esercito, dal Corpo Forestale dello Stato alle Capitanerie di Porto e dai Vigili del Fuoco).

Sono intervenuti durante la presentazione Gianni Letta, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Guido Bertolaso e Cesare Patrone, comandante del Corpo Forestale dello Stato, per illustrare la campagna estiva antincendio boschivo che si aprirà ufficialmente il prossimo 14 giugno, per concludersi il 30 settembre. "E' la prima volta, e per quanto mi riguarda anche l'ultima" ha dichirato Bertolaso "che presentiamo questa campagna. Abbiamo ritenuto opportuno farlo per una serie di ragioni tra cui il fatto che la squadra di Stato che ha gestito anche negli anni scorsi gli incendi si amplia e si arricchisce di nuove componenti. A fianco ai piloti dei Vigili del Fuoco e del Corpo Forestale dello Stato abbiniamo i piloti dell'aeronautica militare, della marina militare e dell'esercito italiano. Volevamo fare in modo che piloti con le stellette potessero pilotare aerei senza stellette come 'bombardieri di pace". Bertolaso si è poi soffermato sui mezzi a disposizione: ''L'anno scorso erano 39, quest'anno con un immenso sforzo economico sono 43. Uno sforzo visto che il budget della Protezione Civile è passato dai 220 milioni di due anni fa a 99 milioni dell'anno prossimo''. In questo senso, l'impiego dei piloti militari consente un risparmio stimato pari a circa 350.000 euro per quanto riguarda l'attività dei fire boss e in 500.000 euro circa per l'attività degli S64.

La somma della capacità dei mezzi che compongono la flotta aerea è calcolabile in 16.000 litri di acqua e liquido estinguente. I mezzi aerei sono dislocati su 21 basi operative, da nord a sud, per garantire una copertura completa del territorio nazionale. È stata riservata particolare attenzione nello schieramento di canadair ed elicotteri nella stagione calda al Centro-Sud del Paese, che in questo periodo dell'anno risulta maggiormente esposto al fenomeno. La campagna estiva, infatti, rappresenta il picco di attività nel contrasto degli incendi boschivi, sebbene il concorso aereo alle attività di spegnimento da parte della flotta dello Stato sia garantito tutto l'anno in risposta alle richieste di supporto provenienti dalle Regioni.



(red)