fonte foto: INGV terremoti

Centro Italia, nuova fortissima scossa 6.5

Alle 7 e 40 di questa mattina la terra ha tremato di nuovo in Centro Italia: una scossa di magnitudo 6.5 ha avuto come epicentro la zona tra Norcia, Santangelo sul Nera e Preci. Il sindaco di Ussita: "E' crollato tutto, qui c'è solo fumo"

Alle 7 e 40 di questa mattina una scossa fortissima, di magnitudo 6.5, ha colpito nuovamente le zone del Centro Italia già teatro degli ultimi eventi sismici: l'epicentro (latitudine 42.84, longitudine 13.11, profondità 10 km) è stato collocato tra le province di Macerata e Perugia, nella zona tra Norcia, Santangelo sul Nera e Preci. I sismologi affermano che il sisma odierno sia stato più potente registrato in Italia dal 1980 a oggi.

La scossa, avvertita in tutta Italia, ha provocato nuovi crolli nelle Marche e in Umbria: ad Amatrice è crollata la Chiesa di Sant'Agostino, la Basilica di San Benedetto a Norcia e moltissimi edifici già lesionati dalle scosse precedenti.

A Tolentino (MC) tre persone sono state estratte vive dalle macerie:
le prime verifiche parlano di crolli ma non registrano vittime. Il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, ha dichiarato che al momento sono stati soccorsi dieci feriti, di cui uno grave.  A sette anni dal sisma che ha colpito L'Aquila, la scossa di oggi ha provocato crolli anche nella città abruzzese.

Alla prima scossa è seguito uno sciame sismico intenso: alcune scosse hanno superato magnitudo 4 (quattro minuti dopo la scossa più forte, alle 7 e 44, c'è stata una scossa 4.6, con il medesimo epicentro e la stessa profondità).

L'evento è stato avvertito anche a Roma dove, dalle prime notizie, un ascensore (vuoto) sarebbe precipitato subito dopo la prima scossa e dove, per motivi precauzionali, sono state chiuse le linee A e B  della Metro. Sempre a Roma, verifiche sono in corso sul Colosseo e sull'intera area archeologica.


Il sindaco di Ussita, Marco Rinaldi, ha commentato: "È crollato tutto, vedo solo fumo: dormivo in auto, ho visto l'inferno".

red/lg