CittÀ resilienti, i Sindaci: la risorsa piÙ importante della Protezione civile sono i cittadini

In occasione della Conferenza mondiale ONU sulla riduzione del rischio da disastri (WCDRR) in corso in Giappone, il Presidente dell'ANCI Piero Fassino, ha scritto a Gabrielli per confermare l'interesse dei Sindaci italiani al programma mondiale sulle città resilienti e l'impegno di ANCI su questi temi, sottolineato nell'ambito delle iniziative riguardanti la protezione civile

Anche l'ANCI, l'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, sta promuovendo la Campagna mondiale dell'UNISDR "Making Cities Resilient" e l'iniziativa sembra riscontrare sempre maggior interesse da parte dei Comuni tant'è che sono in aumento le richieste di adesione.
Ad oggi sono oltre 130 amministrazioni locali che hanno aderito: il programma Making Cities Resilient propone una checklist con le misure essenziali per rendere le città resilienti. I dieci punti del programma evidenziano come nel far fronte al rischio da calamità naturali sia fondamentale il ruolo della comunicazione tra l'amministrazione locale, il sistema di protezione civile e i cittadini.

Il Presidente dell'ANCI Piero Fassino, in occasione della terza Conferenza Mondiale delle Nazioni Unite sulla Riduzione del Rischio da Disastri in corso a Sendai, in Giappone dal 14 al 18 marzo, ha scritto una lettera al prefetto Franco Gabrielli, capo dipartimento della Protezione civile, che, peraltro, sta presenziando ai lavori e ha portato l'esperienza del nostro Paese in fatto di calamità e di strategia adottate o in corso di adozione. Nella missiva Fassino sottolinea i risultati finora conseguiti e l'interesse dei Sindaci, nonché l'impegno portato avanti dall'ANCI sulle questioni relative alla resilienza, promosse nell'ambito delle iniziative sui temi della protezione civile. L'interesse sulle questioni della resilienza ha condotto anche alla realizzazione di un video che vede la presenza degli stessi sindaci, disponibile sul sito internet dell'Associazione.

Questi i 10 punti della check-list del programma
Making Cities Resilient, elencati nel sito UNISDR:

Essential 1: Put in place organization and coordination to understand and reduce disaster risk, based on participation of citizen groups and civil society. Build local alliances. Ensure that all departments understand their role to disaster risk reduction and preparedness.

Essential 2: Assign a budget for disaster risk reduction and provide incentives for homeowners, low-income families, communities, businesses and public sector to invest in reducing the risks they face.

Essential 3: Maintain up-to-date data on hazards and vulnerabilities, prepare risk assessments and use these as the basis for urban development plans and decisions. Ensure that this information and the plans for your city's resilience are readily available to the public and fully discussed with them.

Essential 4: Invest in and maintain critical infrastructure that reduces risk, such as flood drainage, adjusted where needed to cope with climate change.

Essential 5: Assess the safety of all schools and health facilities and upgrade these as necessary.

Essential 6: Apply and enforce realistic, risk compliant building regulations and land use planning principles. Identify safe land for low-income citizens and develop upgrading of informal settlements, wherever feasible.

Essential 7: Ensure education programmes and training on disaster risk reduction are in place in schools and local communities.

Essential 8: Protect ecosystems and natural buffers to mitigate floods, storm surges and other hazards to which your city may be vulnerable. Adapt to climate change by building on good risk reduction practices.

Essential 9: Install early warning systems and emergency management capacities in your city and hold regular public preparedness drills.

Essential 10: After any disaster, ensure that the needs of the survivors are placed at the centre of reconstruction with support for them and their community organizations to design and help implement responses, including rebuilding homes and livelihoods.

 

red/pc