CIVES, infermieri volontari nel
cuore della Protezione Civile

Tutto pronto per il VII Congresso Nazionale di Cives, infermieri per l'emergenza. Un'occasione per approfondire il rapporto fra mondo infermieristico, volontariato, sistema di protezione civile

Infermieri a tu per tu con l'emergenza. Parte di una rete di protezione civile ben rodata, pronta a operare nei contesti più complessi. Si parlerà di questo durante il VII Congresso Nazionale di Cives, Infermieri per l'emergenza, in programma a Jesolo il 24 e 25 maggio.

CIVES è un'associazione di volontariato nazionale, articolata su base provinciale, formata esclusivamente da infermieri regolarmente iscritti ai Collegi provinciali IPASVI. Il progetto CIVES che si sviluppa nell'ambito delle attività di protezione civile ed emergenza sanitaria di massa in Italia e all'Estero, è quello di offrire uno strumento organizzativo per ottimizzare la disponibilita dei infermieri professionisti 
volontari che possono garantire una presenza qualificata in tutti i settori della sanità.
L'appuntamento  di Jesolo ha al centro la professione infermieristica, inserita "nel Cuore del Futuro del Sistema Nazionale di Protezione Civile", come si può leggere dal programma dell'evento, consultabile online in sul sito web dell'Associazione. Cives per l'edizione del meeting di quest'anno ha scelto il titolo "La passione e la Competenza per Operare con Responsabilità e in Sicurezza".

Il primo giorno sono previste tre sessioni, divise per colore. Dalle 9 alle 13, nella sezione rossa, si parlerà di "Infermieristica italiana: passione, professionalità, competenze e grandi capacità. Gli strumenti e le modalità operative", con la moderazione di Michele Fortuna, Luigino Schiavon, Giuseppe Occhipinti. Dalle 15 alle 16.30, la sessione arancio. Una tavola rotonda per parlare de "La valorizzazione del percorso di carriera, normativo e contrattuale dell'Infermiere. La situazione della Sanità nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere Italiane e le ripercussioni sul Volontariato Infermieristico". Prenderanno la parola, fra gli altri, Gianluca Mezzadri Coord. Nazionale Professioni Sanitarie FP CGIL, Daniela Volpato Segretario Nazionale CISL Sanità e Maria Vittoria Gobbo Segretario Nazionale UIL FPL. La sessione gialla durerà invece fino alle 19.30 e verranno affrontate dagli infermieri "Le esperienze, le collaborazioni, le eccellenze e il confronto diretto con altri Enti ed Istituzioni".
Il 25 maggio ci sarà una tavola rotonda istituzionale, con rappresentanti delle istituzioni e della Protezione Civile. Si confronteranno Franco Gabrielli, Simone Andreotti, Rosaria Capotosto, Annalisa Silvestro, Daniele Stival, Mario Schiavon, Michele Fortuna.

Qualche giorno prima, il 23 maggio, gli infermieri potranno partecipare a due corsi di formazione: a Belluno, presso il Centro Congressi Papa Giovanni XXIII, verranno approfonditi i temi legati a etica, deontologia, legislazione e operatività dell'infermiere di Protezione Civile, mentre a Jesolo, all'Auditorium Vivaldi, ci sarà un corso su "Il percorso formativo Cives in tema di Sicurezza del Volontario".


red/wm




(fonte: Cives)