Commissione Grandi Rischi:
oggi l'insediamento

Riunitasi in sessione plenaria, la Commissione nazionale per la previsione e la prevenzione dei grandi rischi, si è insediata oggi ed ha approvato il regolamento di organizzazione e di funzionamento

Si è svolta oggi, mercoledì 14 marzo, presso il Dipartimento della Protezione Civile, la riunione plenaria d'insediamento della Commissione nazionale per la previsione e la prevenzione dei grandi rischi, struttura di collegamento tra il Servizio Nazionale della Protezione Civile e la comunità scientifica. La sua funzione principale è di fornire pareri di carattere tecnico-scientifico su quesiti del Capo Dipartimento e dare indicazioni su come migliorare la capacita di valutazione, previsione e prevenzione dei diversi rischi.

"L'assemblea - si legge in un comunicato stampa del Dipartimento della Protezione civile - presieduta dal Presidente, prof. Luciano Maiani, dal Vicepresidente della Commissione Prof. Mauro Rosi e dal Presidente Emerito l'On. Giuseppe Zamberletti, dopo i saluti del Capo Dipartimento Franco Gabrielli, - ha approvato il regolamento di organizzazione e funzionamento della Commissione stessa e definito le linee programmatiche di lavoro per l'anno in corso, che verranno in seguito approfondite, per ogni singolo settore di rischio, in successive riunioni tematiche".

"La Commissione - come ricorda la nota del Dipartimento - è stata riconfigurata con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 7 ottobre 2011 e sono stati individuati cinque settori inerenti le singole categorie di rischio che interessano il nostro Paese: sismico; vulcanico; meteo-idrogeologico; idraulico e di frana; chimico, nucleare, industriale e trasporti; ambientale e incendi boschivi. Successivamente, con decreto presidenziale del 23 dicembre 2011, sono stati nominati i 58 componenti. Nella nuova configurazione ciascun settore di rischio è composto da rappresentanti dei Centri di competenza e da altri esperti di comprovata esperienza con il compito di fornire al Dipartimento della Protezione Civile pareri di carattere tecnico-scientifico su quesiti posti dal Capo Dipartimento".

"A trent'anni dalla nascita del Dipartimento della Protezione Civile, e a venti dalla legge istitutiva del Servizio Nazionale della Protezione Civile (L. 225/1992) - conclude il comunicato - è utile ricordare che già a partire dal 1982 accanto alla definizione di una struttura di coordinamento e di indirizzo, individuata appunto nel Dipartimento, fu subito prevista una Commissione tecnico-scientifica con il compito di fornire un parere autorevole sulle questioni scientifiche e orientare la ricerca alla prevenzione dei rischi, poi definita come organo centrale del sistema di protezione civile dalla legge 225".

 

red/pc

 
fonte: Dipartimento protezione civile