Relitto Costa Concordia (foto: ©Filippo_Vinardi)

Concordia: in corso le operazioni di rigalleggiamento

Secondo il cronoprogramma stabilito, hanno avuto inizi questa mattina le operazioni di rigalleggiamento del relitto della Costa Concordia: già completa la nona fase delle 34 previste. Al momento le condizioni meteo-marine sono compatibili con le attività in corso

Hanno avuto inizio questa mattina verso le 6.00 le operazioni di rigalleggiamento del relitto della Concordia.
"Una fase molto importante - ha dichiarato ieri in conferenza stampa il Commissario delegato per l'emergenza Concordia Franco Gabrielli - che si concluderà con il trasporto della nave nel porto di Genova e con il ripristino delle condizioni ambientali all'Isola del Giglio".
Ieri Gabrielli non aveva fatto mancare il proprio ringraziamento ai gigliesi  per il senso di responsabilità e la solidarietà dimostrati durante i due anni e mezzo dell'emergenza e ha rivolto un pensiero alle vittime dell'incidente e al subacqueo spagnolo che ha perso la vita durante l'installazione dei cassoni sulla Concordia.

Le operazioni di refloating dovrebbero durare dai cinque ai sette giorni: una volta trasportata la nave nel porto di Genova Voltri per il successivo smaltimento, le operazioni potranno dirsi veramente concluse solo con il ripristino delle condizioni ambientali, la bonifica e la mappatura dei fondali.
Nel frattempo i tecnici di Costa hanno completato tutti i test preliminari e avviato le operazioni di alleggerimento della nave. Il carico complessivo del relitto sulle piattaforme - originariamente di 30.000 tonnellate - era già stato portato per l'avvio dei lavori a 5.000 tonnellate e, alle 7.30 di questa mattina, ha raggiunto le 1.800. Delle 34 fasi complessive in cui è articolato il rigalleggiamento, è stata completata la nona, che con le due fasi successive precede direttamente il refloating. Le operazioni della giornata di oggi si concluderanno con la Concordia spostata di 30 metri verso est, ancorata a cavi, pronta per affrontare in sicurezza le attività dei giorni successivi.
Al momento - ha comunicato il responsabile del progetto di rimozione per Costa Franco Porcellacchia - le condizioni meteo-marine sono compatibili con le attività, che procedono come da programma.


red/pc

(fonte: struttura commissariale per l'emergenza Concordia)