(fonte foto: notizie.virgilio.it)

Concordia: iniziano oggi le ricerche dei dispersi

Prendono il via stamattina le operazioni per la ricerca degli ultimi due dispersi del naufragio della Costa Concordia. Il team di ricerca è composto da Vigili del Fuoco, Guardia Costiera, Marina Militare, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia di Stato

Iniziano oggi alle 9.30 le ricerche delle due persone ancora disperse dalla notte del 13 gennaio 2012, quando la gigantesca nave Costa Concordia naufragò nelle acque dell'Isola del Giglio. Russel Rebello e Maria Grazia Trecarichi, questi i nomi.

Il via libera alle operazioni è arrivato ieri in serata da parte dei tecnici del consorzio Titan-Micoperi che hanno dichiarato zona sicura per le operazioni di ricerca lo specchio di mare intorno alla nave.

Il relitto è dunque in sicurezza e senza perdere tempo il team di ricerca inizia stamane le immersioni. Vigili del Fuoco, Guardia Costiera, Marina Militare, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia di Stato si coordineranno per gestire le operazioni. Il raddrizzamento della Costa Concordia ha reso, infatti, accessibili aree della nave e del fondale fino a questo momento impraticabili.

Le prime immersioni serviranno agli operatori della squadra di ricerca per valutare lo scenario in cui dovranno muoversi e tutte le modalità di intervento possibili. Per pianificare al meglio le attività di ricerca, nei giorni scorsi, è stata realizzata la mappatura del fondale con dei mezzi subacquei teleguidati (Rov) messi a disposizione dal Consorzio Titan-Micoperi, mentre i responsabili delle squadre subacquee hanno fatto alcune ispezioni nella parte emersa del relitto.

Coordinatore delle indagini è il Soggetto attuatore per la ricerca delle persone disperse, il Contrammiraglio della Capitaneria di Porto Arturo Faraone, mentre il Comandante dei Vigili del fuoco di Grosseto Ennio Aquilino è il direttore tecnico delle operazioni.


Redazione/sm