Contro i disastri del Mediterraneo
migliorare la resilienza delle comunità

Si è concluso ieri a Madrid il seminario, organizzato dal PPRD South Programme, "La resilienza delle comunità durante e dopo una catastrofe"

Cosa possono fare le comunità per se stesse e come possono preservare le funzioni di base e le strutture durante una catastrofe e poi recuperare nella fase che la segue? Sono le domande a cui hanno cercato di dare una risposta più di quaranta esperti delle Autorità di Protezione Civile, delle Organizzazioni Internazionali e non Governative di 13 Paesi del Mediterraneo e dei Balcani durante il seminario "La Resilienza delle comunità durante e dopo una catastrofe", che si è svolto a Madrid dal 12 al 15 settembre 2011, organizzato dal Programma PPRD South - Prevenzione, Preparazione e Risposta ai Disastri Naturali e antropici.

Come spiega il Dipartimento della Protezione Civile, l'obiettivo delle quattro giornate di studio è stato quello di individuare un nuovo approccio per fronteggiare il rischio di catastrofi sulla base del concetto di resilienza delle comunità. La resilienza è la capacità di assorbire lo stress e le pressioni o le forze distruttive attraverso la resistenza o l'adattamento. In particolare, per quel che riguarda le catastrofi, "la resilienza delle comunità è la capacità di un gruppo di persone che vivono nella stessa area e condividono gli stessi rischi di resistere, assorbire e riprendersi dagli effetti di un pericolo in modo tempestivo ed efficiente".

Sono numerosi gli aspetti che una comunità deve tenere in considerazione per diventare resiliente. Tra questi, la sensibilizzazione della popolazione e la condivisione delle informazioni, politiche coerenti di gestione del rischio e di riduzione della vulnerabilità (ad esempio attraverso la gestione dell'ambiente e del territorio) e la creazione di reti di volontari della protezione civile, in grado di contribuire alle fasi di preparazione e attuazione dei piani di emergenza.

Il tema della resilienza - conclude la nota del Dipartimento - ha assunto particolare rilevanza in particolare negli ultimi anni, in seguito alle perdite economiche e umane legate alle catastrofi naturali e antropiche che si sono verificate lo scorso anno e che dimostrano la necessità di mettere in luce anche lo sviluppo sostenibile nell'ambito della riduzione del rischio di catastrofi.


Redazione